Festival di Sanremo, Laura Pausini non ci sarà: laringite acuta

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 febbraio 2018 12:50 | Ultimo aggiornamento: 6 febbraio 2018 12:50
Laura Pausini non sarà questa sera al Festival di Sanremo

Laura Pausini (foto Ansa)

SANREMO –  Alla fine Laura Pausini non sarà sul palco del Teatro Ariston per la serata inaugurale del Festival di Sanremo. La cantante è trattenuta a casa da una laringite acuta, ma se non ci saranno ulteriori problemi, sarà ospite sabato sera alla finale.

“Nonostante tutte le terapie possibili, oggi Laura non ce l’avrebbe fatta”, ha annunciato in conferenza stampa il vicedirettore di Rai1 Claudio Fasulo. “Ci sta seguendo in streaming: la abbracciamo e la aspettiamo a braccia aperte sabato, con tutta la sua energia”.

Quella di martedì 6 febbraio sarà la prima serata del 68° Festival di Sanremo e vedrà subito sul palco tutti i venti campioni. Tra i super ospiti, oltre a Gianni Morandi, ci saranno Fiorello, il cast dell’ultimo film di Gabriele Muccino.

MARTEDI’ 6 FEBBRAIO – L’attesa è tutta per Fiorello, dopo il tira e molla sull’orario della performance dello showman, che ha detto sì a Claudio Baglioni dopo essere rimasto per anni nella ‘wishing list’ di conduttori e direttori artistici. Morandi duetta con Baglioni, tra l’altro sulle note di Luis Bacalov. Performance a sorpresa per gli attori di Muccino, che trovano ad accoglierli sul palco Pierfrancesco Favino. Quest’anno niente eliminazioni: i 20 Big fanno ascoltare le loro canzoni e vengono giudicati dal televoto (40%), dalla giuria demoscopica (30%) e dalla sala stampa (30%). A fine serata, viene rivelata la posizione in classifica dei cantanti, limitandosi soltanto alle fasce (alta, media, bassa).

MERCOLEDI’ 7 FEBBRAIO – Il Volo torna all’Ariston, che l’ha incoronato vincitore nel 2015 con Grande amore, e propone un omaggio a Sergio Endrigo, che qui vinse cinquant’anni fa, nel 1968, con Canzone per te. Sul palco anche Sting, che duetta con Shaggy sulle note di Dont’ make me wait e poi su un brano di Zucchero. E’ anche la serata di Pippo Baudo, re del festival con 13 conduzioni all’attivo, a 50 anni dal suo debutto a Sanremo. Parte la gara dei Giovani, con 4 protagonisti su 8, mentre 10 Campioni in gara fanno ascoltare di nuovo la loro canzone. Le modalità di voto restano le stesse.

GIOVEDI’ 8 FEBBRAIO – Spazio agli altri 10 Campioni e alle altre 4 Nuove Proposte, con lo stesso meccanismo di voto. Superospiti i Negramaro (che presenteranno il brano La prima volta) e Biagio Antonacci. Ci saranno Gino Paoli e Danilo Rea che faranno un omaggio a Umberto Bindi con Il nostro concerto e a Fabrizio de André.

VENERDI’ 9 FEBBRAIO – Superospite Gianna Nannini e premio alla carriera a Milva, nella serata dei duetti: i 20 Big interpretano il brano in gara con ospiti d’eccezione, da Skin a Daniel Jobim, passando per il Piccolo Coro dell’Antoniano. Al miglior duetto va un premio speciale. Cambia la modalità di voto: il televoto pesa per il 50%, la sala stampa per il 30%, la giuria degli esperti per il 20%. Non vota più la demoscopica. A fine serata viene messa a punto una nuova classifica che tiene conto delle serate precedenti. Lo stesso meccanismo viene applicato agli otto Giovani, decretandone il vincitore.

SABATO 10 FEBBRAIO – E’ la serata del vincitore: i 20 Campioni ripropongono il loro brano e a decidere è un mix tra televoto (50%), sala stampa (30%) ed esperti (20%). Fiorella Mannoia canta Ivano Fossati. E Antonella Clerici promuove Sanremo Young, in onda da sabato 17 febbraio. Da definire la collocazione degli altri superospiti, Piero Pelù (che farà un tributo a Lucio Battisti), Giorgia (che duetterà con James Taylor), il trio Nek-Pezzali-Renga, Luca Marinelli con la fiction Fabrizio De Andrè – Principe Libero. Attesi anche i volti di Rai3 Franca Leosini e Federica Sciarelli. E se nel toto-comici, accanto a Giorgio Panariello e Nino Frassica, rientra Virginia Raffaele (ma sarà difficile rivederla all’Ariston), gli scambi tra i conduttori promettono un alto tasso di ironia e divertimento.