Franco Battiato torna a farsi sentire: “Il peggio è passato”

di Daniela Lauria
Pubblicato il 22 marzo 2019 20:35 | Ultimo aggiornamento: 22 marzo 2019 20:35
Franco Battiato torna a farsi sentire: "Il peggio è passato"

Franco Battiato torna a farsi sentire: “Il peggio è passato”

MILANO – “Il peggio è passato“. Così, dopo mesi di totale silenzio, Franco Battiato torna a farsi sentire. Si è parlato di una sua presunta grave malattia, persino di Alzheimer, tutte ipotesi seccamente smentite dalla famiglia. “A chi mi chiede della mia salute dico che il peggio è passato – fa sapere oggi il cantautore – Ora va molto meglio, sono tornato a mio agio con la pittura e talvolta mi siedo al pianoforte. Oggi sto lavorando ad un brano nuovo”.

Notizie positive erano già arrivate a novembre scorso quando dopo un lungo periodo di convalescenza dopo la rottura di femore e bacino il musicista era riapparso su Facebook in una foto pubblicata dal cantautore Luca Madonia, che era andato a pranzo con Battiato.

Battiato, che il 23 marzo compie 74 anni, è tornato a farsi sentire in occasione del 20° anniversario di “Fleurs – Esempi Affini di Scritture e Simili” (1999), per il quale Universal pubblica per la prima volta un’edizione limitata e numerata in vinile.

“Fleurs” è un concept album, in cui i brani sono collegati da un filo comune, quell’affinità di scrittura richiamata nel sottotitolo. Raccoglie cover di autori prevalentemente italiani e francesi e due inediti a firma di Sgalambro e Battiato: da La canzone dell’amore perduto di De André a Ed io tra di voi di Sergio Bardotti e Charles Aznavour, da La canzone dei vecchi amanti di Jacques Brel a Era de maggio di Mario Pasquale Costa e Salvatore Di Giacomo.

Fonte: Ansa