Insuperabile, il testo della canzone di Rkomi del Festival di Sanremo 2022

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Gennaio 2022 - 13:11
Insuperabile, il testo della canzone di Rkomi del Festival di Sanremo 2022

Insuperabile, il testo della canzone di Rkomi del Festival di Sanremo 2022 (foto Ansa)

Insuperabile: questo il titolo della canzone che Rkomi porterà sul palco del Festival di Sanremo. Insuperabile, ha raccontato Rkomi, è “tante cose messe insieme, qualcosa non molto scontato. Racconta una relazione conflittuale e siccome lei è splendida ma difficile da controllare l’ho paragonata ad un’auto da corsa. Con questo pezzo ho provato a chiudere il cerchio di ‘Taxi Driver’ (l’album uscito nel 2021, ndr) creando un ponte con quel che sarà. Nel trailer messo sui social brucio il taxi e nel video di ‘Insuperabile’ partirò a bordo di un nuovo mezzo. Forse il nuovo album arriverà nel 2023”.

Rkomi e l’omaggio a Vasco Rossi

“Nel disco che esce durante il Festival c’è pure la cover di ‘Fegato fegato spappolato’, quindi quel pezzo farà parte necessariamente dei tre che unisco nel medley. Quella di chiamare i Calibro 35 ad eseguirla con me è un’idea che m’è balenata ricordandomi di quando Venerus due anni fa m’aveva parlato della sua collaborazione con loro”.

Insuperabile, il testo della canzone di Rkomi

L’amore per me è elettricità
Sto immergendomi nella corrente, le tue lentiggini
Uno ogni due sono come scalini che portano nell’Olimpo
In un mantello di nuvole bianche, cosa mi hai fatto
L’amore per me è quel lasso di tempo
Il messaggio sulle tue labbra
Era come un semaforo, Taxi Driver
Ci vorrebbe piuttosto un aereo
Non qualcuno che mi dica fermo, per andare nell’Olimpo
In un mantello di nuvole bianche
Cosa mi hai fatto
L’amore per me è quel lasso di tempo
In cui ci sentiamo da soli
Percepisco sangue freddo nelle mie vene
A cento ottantamila giri su una coupè
Due molotov in fiamme nella corrente
Ti stringo i fianchi, amore sei te
L’ultima curva, insuperabile
Insuperabile, insuperabile
Le sabbie sono diventate rosse
Abbiamo rovinato anche il cognome dei nostri
Siamo una sconfitta perfetta bambina
Il tempo che passa scoppia la clessidra
Paralizzanti sguardi su cui mi rifletto
Il respiro irregolare nello stesso letto
In cui ci sentiamo da soli
Percepisco sangue freddo nelle mie vene
A cento ottantamila giri su una coupè
Due molotov in fiamme nella corrente
Ti stringo i fianchi, amore sei te
L’ultima curva, insuperabile
Insuperabile, insuperabile
In bilico su un filo spinato, amo il pericolo
Ed io che mi ostino a starci sopra
Baci rubati, respiro gasolio
Sentimi il polso
Percepisco sangue freddo nelle mie vene
A cento ottantamila giri su una coupè
Due molotov in fiamme nella corrente
Ti stringo i fianchi, amore sei te
L’ultima curva, insuperabile
Insuperabile, insuperabile
Insuperabile, insuperabile