Inverno dei fiori, il testo della canzone di Michele Bravi per il Festival di Sanremo 2022

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Gennaio 2022 12:52 | Ultimo aggiornamento: 27 Gennaio 2022 12:52
Inverno dei fiori, il testo della canzone di Michele Bravi per il Festival di Sanremo 2022

Inverno dei fiori, il testo della canzone di Michele Bravi per il Festival di Sanremo 2022 (foto Ansa)

Inverno dei fiori: questo il titolo della canzone che Michele Bravi porterà sul palco del Festival di Sanremo.

Inverno dei fiori, il testo della canzone di Michele Bravi

A volte il silenzio brucia come una ferita
Il cuore perde un colpo non respira sotto il peso della vita
Altre volte la tua voce è come un fiume in piena
E si fa largo nel mio mare come fa una vela
Ti nascondi nei miei occhi
Ma ti lascio andare via quando piango
Ogni volta tu ritorni come l’aria nei polmoni e ti canto
E so quanto fa bene
È da tanto che non mi succede nient’altro che avere la paura di perderti da un momento all’altro
Ma nell’ipotesi e nel dubbio di aver disimparato tutto
E nell’ipotesi e nel dubbio che io mi sia perso
Che abbia lasciato distrattamente indietro un pezzo
Tu insegnami come si fa ad imparare la felicità
Per dimostrarti che se fossimo dei suoni, sarebbero canzoni
E se fossimo stagioni, verrebbe l’inverno
L’inverno dei fiori
Insegnami come si fa
A non aspettarsi niente a parte quello che si ha
A bastarsi sempre
Uscire quando piove e poi entrare dentro un cinema
Anche se siamo solo noi
Anche se il film è già a metà
Ma nell’ipotesi e nel dubbio di aver disintegrato tutto
E nell’ipotesi e nel dubbio che io mi sia perso
Fioriamo adesso, prima del tempo
Anche se è inverno
Tu insegnami come si fa ad imparare la felicità
Per dimostrarti che se fossimo dei suoni, sarebbero canzoni
E se fossimo stagioni, verrebbe l’inverno
L’inverno dei fiori
Tu insegnami come si fa ad imparare la felicità
Per dimostrarti che se fossimo dei suoni, sarebbero canzoni
E se fossimo stagioni, verrebbe l’inverno
L’inverno dei fiori

Sanremo, ecco i cantanti in gara

  • Achille Lauro – “Domenica”
  • Aka 7even – “Perfetta così”
  • Ana Mena – “Duecentomila ore”
  • Dargen D’Amico – “Dove si balla”
  • Ditonellapiaga con Rettore – “Chimica”
  • Elisa – “O forse sei tu”
  • Emma – “Ogni volta è così”
  • Fabrizio Moro – “Sei tu”
  • Gianni Morandi – “Apri tutte le porte”
  • Giovanni Truppi – “Tuo padre, mia madre, Lucia”
  • Giusy Ferreri – “Miele”
  • Highsnob e Hu – “Abbi cura di te”
  • Irama – “Ovunque sarai”
  • Iva Zanicchi – “Voglio amarti”
  • La Rappresentante di Lista – “Ciao ciao”
  • Le Vibrazioni – “Tantissimo”
  • Mahmood e Blanco – “Brividi”
  • Massimo Ranieri – “Lettera di là dal mare”
  • Matteo Romano – “Virale”
  • Michele Bravi – “Inverno dei fiori”
  • Noemi – “Ti amo non lo so dire”
  • Rkomi – “Insuperabile”
  • Sangiovanni – “Farfalle”
  • Tananai – “Sesso occasionale”
  • Yuman – “Ora e qui”