Lil Peep, rapper morto a 21 anni per sospetta overdose. Scrisse: “Quando morirò mi amerete”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 novembre 2017 12:44 | Ultimo aggiornamento: 16 novembre 2017 12:44
LIL-PEEP

Lil Peep, rapper morto a 21 anni per sospetta overdose. Scrisse: “Quando morirò mi amerete”

NEW YORK – Lil Peep è morto ad appena 21 anni per una presunta overdose. Il rapper si trovava a New York ed era diventato famoso su YouTube con i suoi video e la sua musica in stile emo-hip pop. Lil Peep, nome d’arte di Gustav Ahr, parlava spesso nei suoi testi di depressione e di uso di droghe e solo qualche ora prima della sua morte aveva scritto su Instagram: “Quando morirò, mi amerete”.

A rilanciare la notizia della morte del rapper è il sito inglese del Guardian, che parla di una sospetta overdose. Il decesso è avvenuto il 15 novembre a New York, negli Stati Uniti, e la polizia ha aperto un’indagine per chiarire le cause della morte. Il sito di Repubblica scrive:

“Solo alcune ore prima della morte, Lil Peep aveva pubblicato su Instagram una fotografia nella quale scriveva: “Quando morirò, mi amerete”. La notizia è stata confermata da Chase Ortega, il manager del giovane artista, che su Twitter ha scritto: “Ho atteso questa telefonata per un anno, dannazione”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other