Musica

Lil Peep, rapper morto a 21 anni per sospetta overdose. Scrisse: “Quando morirò mi amerete”

LIL-PEEP

Lil Peep, rapper morto a 21 anni per sospetta overdose. Scrisse: “Quando morirò mi amerete”

NEW YORK – Lil Peep è morto ad appena 21 anni per una presunta overdose. Il rapper si trovava a New York ed era diventato famoso su YouTube con i suoi video e la sua musica in stile emo-hip pop. Lil Peep, nome d’arte di Gustav Ahr, parlava spesso nei suoi testi di depressione e di uso di droghe e solo qualche ora prima della sua morte aveva scritto su Instagram: “Quando morirò, mi amerete”.

A rilanciare la notizia della morte del rapper è il sito inglese del Guardian, che parla di una sospetta overdose. Il decesso è avvenuto il 15 novembre a New York, negli Stati Uniti, e la polizia ha aperto un’indagine per chiarire le cause della morte. Il sito di Repubblica scrive:

“Solo alcune ore prima della morte, Lil Peep aveva pubblicato su Instagram una fotografia nella quale scriveva: “Quando morirò, mi amerete”. La notizia è stata confermata da Chase Ortega, il manager del giovane artista, che su Twitter ha scritto: “Ho atteso questa telefonata per un anno, dannazione”.

To Top