Loredana Bertè, gaffe su Morricone: lo omaggia col Padrino di Nino Rota

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Luglio 2020 9:39 | Ultimo aggiornamento: 7 Luglio 2020 9:39
Loredana Bertè, gaffe su Ennio Morricone: lo omaggia col Padrino di Nino Rota

Loredana Bertè, gaffe su Morricone: lo omaggia col Padrino di Nino Rota (Foto da Twitter)

Loredana Bertè omaggia Ennio Morricone…con un brano di Nino Rota. Gaffe della cantante sui social. Cantante che ha poi rimosso il post.

Loredana Bertè ha condiviso sui social un link con il motivo del Padrino. Ma la colonna sonora del film di Francis Ford Coppola è di Nino Rota. 

Il post di Loredana Bertè con Il Padrino

Questo il contenuto del post, pubblicato il giorno della morte del compositore: “Voglio ricordare il grandissimo maestro Ennio Morricone con il suo The Godfather…RIP”.

Molti utenti glielo hanno fatto notare e il post è stato cancellato poco dopo.

L’errore di De Magistris su Morricone

“Autore di brani immemorabili”. Questa l’errore del sindaco di Napoli Luigi De Magistris su Twitter in un messaggio sulla morte di Ennio Morricone.

De Magistris nel ricordare Morricone, scomparso la scorsa notte a 91 anni, infatti ha scritto proprio “autore di brani immemorabili”, ovvero difficili da ricordare. Immemorabile infatti, come viene definito sul dizionario, è un aggettivo per descrivere un qualcosa di talmente antico che se ne è perduta la memoria.

Questo il tweet completo di De Magistris: “È volato via Ennio Morricone, oltre i confini della terra, come la sua musica. Un musicista unico, compositore di brani immemorabili, un genio, uomo di profonda sensibilità. Perdiamo un grande italiano”.

La morte di Ennio Morricone

Ennio Morricone è morto il 6 luglio in una clinica romana. Il grande musicista e compositore, autore delle colonne sonore più belle del cinema italiano e mondiale, aveva 91 anni. Qualche giorno fa si era rotto il femore.

Ad annunciare la morte di Ennio Morricone il direttore del Tg5 Clemente Mimun su Twitter. La notizia è stata poi confermata da Ansa nei minuti successivi.

Con lui se ne va un pezzo della storia della musica da film. La sua fama è esplosa grazie al sodalizio artistico con Sergio Leone, padre dei film Spaghetti Western, ed è proseguita con grandi collaborazioni: da Bertolucci a Carpenter. Morricone ha ricevuto due premi Oscar, uno nel 2007 e uno nel 2016. Quest’ultimo per la colonna sonora di The Hateful Height di Quentin Tarantino. (Fonte Twitter)