Madonna è la celebrity più pagata al mondo: 125 mln $ in un anno

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Agosto 2013 20:54 | Ultimo aggiornamento: 27 Agosto 2013 20:54
Madonna è la celebrity più pagata al mondo: 125 mln $ in un anno

Madonna è la celebrity più pagata al mondo: 125 mln $ in un anno (foto Lapresse)

ROMA – E’ sempre Madonna la celebrità più pagata al mondo con un incasso, solo nell’ultimo anno da 125 milioni di dollari. Roba da fare invidia alle varie Lady Gaga, Miley Cyrus e Katy Perry di ben Sono anni che la danno per finita, superata, ma Madonna a dispetto delle invidie e malignità in realtà resta una superstar indiscutibile realtà musicale. Tanto che secondo Forbes è proprio lei, a 55 anni e dopo 30 anni di consolidata carriera, a guidare la classifica delle celebrity più pagate dell’anno.

Secondo la prestigiosa rivista americana, l’ex Material Girl nel 2013 ha guadagnato ben 125 milioni di dollari. Seguita da Steven Spielberg con 100 milioni, mentre Lady Gaga con i suoi 80 milioni di cachet è solo al decimo posto.

Louise Veronica Ciccone, in barba alla crisi discografica mondiale e a differenza di alcune sue colleghe più giovani, riesce ancora a riempire gli stadi di tutto il mondo. Infatti Forbes ha dato il suo giudizio in base agli incassi del tour mondiale.

Steven Spielberg, nonostante il successo del suo film ‘Lincoln’, occupa il secondo posto con un guadagno di 100 milioni di dollari (nell’anno calcolato fino a giugno 2013), per la maggior parte grazie ai film passati come ‘E.T.’ e ‘Jurassic Park’ che continuano a incassare forti somme. Terzo posto invece da condividere per EL James – la scrittrice della trilogia soft porno ’50 sfumature di…’ – il personaggio televisivo Simon Cowell e il conduttore Howard Sten. Per loro gli incassi sono stabili a 95 milioni di dollari.

”Il successo di Madonna, a 55 anni, semplicemente dimostra l’incredibile potere di una carriera musicale di successo”, ha commentato Dorothy Pomerantz di Forbes, ricordando che la 27enne Lady Gaga è stata spesso indicata come una minaccia per la popstar del Michigan sulla breccia dagli anni Ottanta.