Malik B, la voce dei Roots, è morto. Il rapper aveva 47 anni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Luglio 2020 10:22 | Ultimo aggiornamento: 30 Luglio 2020 10:22
Malik B, rapper dei Roots, è morto

Malik B (dal profolo Twitter di The Roots)

“Addio a uno dei più talentuosi MCs di tutti i tempi”: è il commosso messaggio postato sui sociali dall’intera crew dei Roots, storica band hip-hop di Filadelfia.

Malik Abdul Basit, rapper e voce del gruppo, meglio noto come Malik B, è morto all’età di 47 anni, le circostanze del decesso non sono state svelate.

“Dobbiamo a malincuore informarvi della scomparsa del nostro amato fratello e compagno nei The Roots Malik Badul Basit”, ha scritto la band su Twitter.

“Possa lui essere ricordato per la sua devizione all’Islam e per la sua capacità di innovare come uno dei più talentuosi MCs di tutti i tempi. Vi chiediamo di rispettare la sua famiglia in questo momento di lutto”.

Malik B, un Grammy per The seed 2.0″

Malik B è stato il front-man e protagonista dei primi quattro album dei Roots – hip hop ortodosso unito a live set suonati – prima di cimentarsi anche in un progetto tutto suo.

Il grande successo, la notorietà, giunge con il singolo dei Roots “The seed”, con cui ha anche vinto un Grammy.

Malik B era tornato nel gruppo al fianco di Ahmir “Questlove” Thompson e a Tariq “Black Thought” Trotter.

Suo l’inconfondibile flow per alcune partecipazioni nei dischi “Game Theory” (2006) e “Rising down” (2008).