Maneskin Victoria De Angelis, racconta di quando cacciò Damiano David dalla band perché troppo pop

di FIlippo Limoncelli
Pubblicato il 18 Marzo 2021 16:24 | Ultimo aggiornamento: 18 Marzo 2021 16:24
maneskin victoria damiano

Maneskin, quando Victoria De Angelis cacciò Damiano David perché troppo pop: “Facevamo metal e lui invece…” (foto ANSA)

In una intervista al Corriere della Sera, la bassista dei Maneskin Victoria De Angelis ha raccontato della nascita della band e di quando cacciò Damiano David.

Come ha raccontato Victoria, ai tempi delle scuole medie, cacciò Damiano da una band perché era troppo pop: “Alle medie avrò messo in piedi una decina di gruppi e in uno dei primi c’era Damiano. Ci chiamavano The Third Room perché suonavamo un aula 3. Ahimè ci sono dei file su Soundcloud che andrebbero eliminati… Facevamo metal e Damiano voleva fare cose più pop. Lo abbiamo allontanato”.

Dopo qualche anno però, Victoria decide di mettere su un’altra band, i Maneskin: “Ho incontrato Thomas (il chitarrista) e con lui abbiamo cambiato un sacco di cantanti. Non ci convinceva nessuno. A un certo punto avevamo trovato una ragazza brava, ma viveva fuori Roma e non riusciva a incastrare gli impegni. In quel momento si è rifatto vivo Damiano. Mi ha scritto che voleva fare sul serio: non era più una pippa, era migliorato. Poi ecco Ethan (il batterista), trovato mettendo un avviso sul gruppo Facebook “ricerca musicisti a Roma”.

I Maneskin si autocensurano per l’Eurovision

I Maneskin hanno anche parlato della scelta di partecipare all’Eurovision autocensurandosi, visto che per partecipare alla manifestazione non è possibile cantare imprecazioni e brutte parole: “È nel regolamento, sarebbe stato sciocco farsi eliminare per quello. Abbiamo anche dovuto togliere 10 secondi per stare nei 3 minuti. Ma è più importante e ci rende orgogliosi poter portare la nostra musica in quel contesto. E poi se vinceremo dirò una bella parolaccia così compenseremo…”.