Marco Castoldi mette all’asta i suoi beni: “Il Morgan che avete conosciuto è morto”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 dicembre 2017 14:58 | Ultimo aggiornamento: 17 dicembre 2017 14:58
morgan-asta

Marco Castoldi in arte Morgan

ROMA – Marco Castoldi in arte Morgan, ha deciso di mettere all’asta tutti i suoi averi: “Chiuso un ciclo di vita, mi preparo ad entrare in uno nuovo fatto di musica nuova, voce nuova, corpo nuovo, stile nuovo” fa sapere ai suoi follower su Facebook.

“Il Morgan che avete conosciuto fino ad oggi è morto” – scrive il cantautore – “Per compiere questa metamorfosi abbandono definitivamente tutto quello che appartiene al mio passato, al mio vissuto artistico, alla mia “immagine”, al mio feticcio: metto all’asta tutto quello che ho intorno, dentro casa, nei cassetti, negli armadi, negli scaffali, nelle librerie; gli oggetti, gli strumenti, le carte, i vestiti e ogni altra cosa che mi possa ricordare chi o cosa ero. Me ne libero”.

Morgan, inoltre, assicura che chiunque si aggiudicherà un oggetto lo riceverà direttamente a casa sua: sarà “consegnato dalle mie mani, brevi manu come si dice in latino, lo accoglierò in modo del tutto informale e privato, potrà conoscermi, vedermi al lavoro, parlarmi, se lo gradirà gli offrirò un caffè, se vorrà farà una foto e ci saluteremo dicendoci: ‘arrivederci/dammi la mano e sorridi…'”

Il cantante rimanda i fan al suo sito ufficiale dove sono in mostra alcuni dei suoi beni, come il sintetizzatore analogico utilizzato per la realizzazione del primo album dei Bluvertigo “Acidi e Basi” e della conseguente tournée dal 1995 al 1998, il manoscritto originale della canzone “Altre forme di vita” scritto da M su carta millimetrata Salotti Castoldi, lo skateboard del video divenuto virale o la maglia utilizzata nel momento della premiazione degli EMA 1998 con filo spinato elemento della grafica del libro “Dissoluzione”.