Michael Jackson/ In centinaia di migliaia a Los Angeles per l’addio al King of Pop, diretta Tv mondiale

Pubblicato il 7 Luglio 2009 18:57 | Ultimo aggiornamento: 7 Luglio 2009 19:17

Una lunga colonna di Range Rover e Bentley nere dai vetri oscurati ha trasportato la famiglia di Michael Jackson dalla grande casa di Encino, nella San Fernando Valley, al cimitero di Forest Lawn a Hollywood, dove poi si è svolto il funerale in forma privata del ”King of Pop” scomparso il 25 giugno, a quanto riferisce il New York Times.

Poi, al contrario di quello che era stato annunciato finora, la bara con il corpo di Jacko è stata trasportata al palazzetto dello sport Staples Center dove è previsto alle dieci ora di Los Angeles (le sette di sera in Italia) il “Memorial” di sapore hollywoodiano voluto dalla famiglia e dal promoter AEG.

Un’ora e mezza di show per circa ventimila tra ospiti e giornalisti che verrà trasmessa in diretta in mondovisione (in onda in tv su Italia 1) e si preannuncia come uno degli eventi televisivi più seguiti della storia.  Fuori dello Staples Center sono attese almeno 250 mila persone.

La lista degli ospiti famosi è lunga: musicisti come Mariah Carey, Usher, Stevie Wonder, Berry Gordy, Jennifer Hudson, John Mayer (unico bianco), Lionel Richie, Smokey Robinson. Personaggi dello sport come i giocatori di basket Kobe Bryant e Magic Johnson, il presente e il passato dei Los Angeles Lakers che giocano proprio allo Staples Center.

Poi attivisti delle lotte per i diritti civili dei neri come Jesse Jackson, il reverendo Al Sharpton, Martin III e Bernice King (figli di Martin Luther). Un nome che sorprende è quello di Shaheen Jafargholi (finalista di quel reality canterino, Britain’s Got Talent, che ha reso famosa su scala globale la signorina Susan Boyle). Ci sarà anche Brooke Shields, amica storica di Jackson.

Non ci sarà, invece, Liz Taylor, altra grande amica di Jackson, con polemica: ha annunciato che preferisce restare a casa: «Il mio dolore non è un fatto pubblico, non andrò allo Staples Center. Voglio troppo bene a Michael».

Un’amica sincera e disinteressata come la Taylor ha quindi scelto di evitare l’evento tv che più a commemorare Jacko servirà a rilanciarne le iniziative commerciali post mortem (dvd, inediti, gadget). Dame Elizabeth, Dama dell’Impero Britannico per meriti artistici, classe 1932 e non in perfetta salute, ha affidato le sue dichiarazioni a Twitter. (http://twitter.com/dameelizabeth).