Michele Bravi rompe il silenzio 5 mesi dopo l’incidente: “Cerco di costruire piano piano la realtà”

di Daniela Lauria
Pubblicato il 28 marzo 2019 16:01 | Ultimo aggiornamento: 28 marzo 2019 16:01
Michele Bravi rompe il silenzio 5 mesi dopo l'incidente: "Cerco di costruire piano piano la realtà"

Michele Bravi rompe il silenzio 5 mesi dopo l’incidente: “Cerco di costruire piano piano la realtà”

ROMA – “Sto cercando di costruire piano piano la realtà. Vi voglio bene”. Così Michele Bravi torna a farsi sentire dopo il tragico incidente avuto 5 mesi fa, in cui perse la vita una motociclista di 58 anni, Rosanna Colia, deceduta durante il trasporto in ospedale. 

Poche semplici parole, affidate ad un tweet, con le quali il cantante ha rotto il silenzio nel quale si era rinchiuso in questi ultimi mesi. Tantissimi sono stati i commenti in risposta, per dimostrargli affetto e dargli coraggio. Alcuni anche vip, come quelli di Chiara Galiazzo e Maria Grazia Cucinotta.

Da quel 22 novembre la vita di Michele Bravi è cambiata irrimediabilmente. “È dilaniato dal dolore, non si toglie dalla testa quel momento”, disse all’epoca il suo avvocato Manuel Gabrielli. Nonostante non fosse positivo ai test di alcol e droga, contro il cantante è stato aperto un fascicolo per omicidio stradale.

Il cantante aveva scelto quindi di annullare tutti i concerti in programma. “Quanto accaduto – scriveva il suo staff – ha certamente e intimamente sconvolto le vite di tutti coloro che erano legati alla persona che non c’è più e a Michele. In questo momento, nel rispetto del dolore di tutti, gli impegni professionali presi in precedenza saranno annullati. Vvi preghiamo di rispettare il silenzio di Michele, in modo che chi di dovere possa fare il proprio lavoro senza interferenze”. (fonte: Twitter)