Milano, bar condannato a versare i diritti d’autore: aveva trasmesso musica senza pagare

Pubblicato il 11 Marzo 2010 17:35 | Ultimo aggiornamento: 11 Marzo 2010 19:21

La musica è un fattore di business. Con questa motivazione il Tribunale di Milano ha condannato il gestore di un bar, citato per il mancato pagamento dei “diritti connessi discografici”, a pagare la somma annua di 69,38 euro, oltre alle spese processuali, pari a euro 2400.

Si tratta di una sentenza storica in materia di diritti connessi discografici, visto che il Tribunale ha condannato il gestore del bar per aver diffuso musica attraverso una radio senza aver corrisposto i compensi dovuti per legge ad artisti e produttori discografici attraverso Scf, il consorzio maggiormente rappresentativo delle imprese nella gestione dei diritti discografici.

Il giudice ha stabilito che la musica registrata diffusa dall’esercente rientra nella fattispecie disciplinata dall’articolo 73 della Legge sul Diritto d’autore.