Milano. Vasco Rossi: “Il governo fa leggi ipocrite che tolgono la libertà”

Pubblicato il 17 Giugno 2011 13:57 | Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2011 14:00
Vasco Rossi

Vasco Rossi

MILANO – Sul palco dello stadio San Siro di Milano Vasco Rossi ha dimostrato di non aver perso smalto e ha fatto il suo show contro il governo. Sessantacinque circa i fedelissimi arrivati per ascoltare le sue canzoni.

Prima di “Siamo soli” ha detto: «Vivere vuol dire anche rischiare, la vita non è garantita, neanche dal Governo con le sue leggi ipocrite che tolgono la libertà, che danno false sicurezze che non esistono. La libertà ha un costo, va difesa tutti i giorni, anche a costo della propria pelle. Lo Stato deve preoccuparsi di regolare il traffico e di far funzionare i semafori e non di cosa sia giusto, morale o immorale».

Poi incalza con “Guarda dove vai” : c’è un grande tricolore che sventola al ritornello. Cantando “Voglio una vita spericolata” fa diventare «ognuno perso dentro ai fatti suoi» come «ognuno perso dentro a Facebook».

Il Blasco non ha fatto mancare neanche le provocazioni e ha detto di fare «sentire l’urlo di San Siro al comitato anti-rumore.