Neil Peart, è morto il batterista dei Rush

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Gennaio 2020 23:38 | Ultimo aggiornamento: 10 Gennaio 2020 23:38
Neil Peart, YouTube

Neil Peart (foto da YouTube)

ROMA – Neil Peart, uno dei più conosciuti e amati batteristi rock della storia, è morto. Il batterista, che ha suonato per tutta la sua carriera con i Rush, aveva 67 anni e da circa tre anni lottava contro un cancro al cervello. 

Neil Ellwood Peart, meglio noto come Neil Peart OC è nato a Hamilton, in Canada, nel 1952.

Come membro dei Rush, Peart nel 2013 è stato inserito nella Rock and Roll Hall of Fame. A Peart è anche stato intitolato un asteroide individuato nel 1990. Peart, sin dalla sua entrata nei Rush, è stato anche l’autore della maggioranza dei testi del gruppo.

Il 7 dicembre 2015 in una intervista con Drumhead Magazine, Peart aveva annunciato il suo ritiro dalla musica, dichiarando: “Ultimamente Olivia mi ha presentato ai nuovi amici a scuola come «Mio padre, un batterista in pensione È vero, e divertente da ascoltare. E non mi fa male rendermi conto che, come tutti gli atleti, arriva il momento di … ritirarti dal gioco. Preferirei tirarmi in disparte piuttosto che dover affrontare la situazione descritta nella nostra canzone Losing It”.

Neil Peart era considerato da tutti – dal pubblico, dai critici e dai suoi colleghi – come uno dei più grandi batteristi rock di sempre.