Patti Smith rabbiosa per la strage di Denver: “Stop alla vendita di armi”

Pubblicato il 20 luglio 2012 22:27 | Ultimo aggiornamento: 20 luglio 2012 22:46
Patti Smith

Patti Smith (Lapresse)

ROMA – Patti Smith è rabbiosa e dolente per la strage di Denver: “Nessuno dovrebbe essere in grado di entrare in un fottuto negozio di armi e comprarle, finendo con il determinare tragedie come quella di oggi” ha detto la rockstar, durante il suo concerto all’Auditorium di Roma.

Poi a metà concerto, la sacerdotessa del rock ha fermato l’esecuzione dei suoi brani. Pausa. Dopo un momento di esitazione, ha detto: “Non riesco a non pensare alla tragedia che si è consumata a Denver. Provo dolore, e vivo con rabbia il fatto che ancora nel mondo, ed in particolare negli Stati Uniti, il mio paese, si possano comprare liberamente armi determinando tali tragedie”.

Un concerto a forti tinte, suggestive, che Patti Smith ha aperto urlando: “Glad To Me Back”, felice di essere nuovamente a Roma. Al pubblico dell’Auditorium ha raccontato di essere riuscita a stupirsi in questa città quando ha visto una copia del suo ultimo album, “Banga”, esposta nella vetrina del negozio di dischi. ”Sapete – ha detto al pubblico – non mi capita spesso, visto che a New York non ci sono più negozi di dischi, e la cosa mi colpisce parecchio”.