Peter Tork è morto: addio al leader dei Monkees. Aveva 77 anni

di Caterina Galloni
Pubblicato il 23 Febbraio 2019 6:23 | Ultimo aggiornamento: 22 Febbraio 2019 20:38
Peter Tork è morto: addio al leader dei Monkees. Aveva 77 anni

Peter Tork è morto: addio al leader dei Monkees. Aveva 77 anni

WASHINGTON – E’ morto a 77 anni Peter Tork, bassista e voce dei Monkees band che nella seconda metà degli anni ’60 riscosse un grande successo. Nel 2009 gli era stato diagnosticato un carcinoma adenoido-cistico e la notizia della scomparsa, avvenuta nella sua casa a Mansfield, Connecticut, è stata confermata dalla sorella Annie Thorkelson al “Washington Post”.

Aveva festeggiato il 77° compleanno mercoledì scorso, insieme alla quarta moglie Pam e i figli Ivan Joseph Iannoli, Hallie Luia ed Erica Marie.
Oltre ai compagni di band Micky Dolenz e Mike Nesmith su Twitter hanno espresso il dolore per la scomparsa del leader dei Monkees, anche il co-fondatore di Beach Boys Brian Wilson e il mago Penn Jillette.

Quando sei anni fa a Tork era stato diagnosticato un  carcinoma adenoido-cistico – una rara forma di tumore che colpisce la testa e la gola – Pam gli era stata accanto. Nel 2012 i controlli avevano mostrato la gravità della situazione e nel 2013 si sono sposati, scrive il Daily Mail.

David “Davy” Jones, l’unico inglese della band, è morto nel 2012, a 66 anni mentre si preparavano per un reunion tour. Lo stesso anno in cui Tork aveva ammesso di essere un alcolista. Al Daily Mail aveva detto:”Sono un alcolista,ciò significa che quando bevo il primo drink si attiva qualcosa e non ho alcun controllo, per cui è meglio non bere affatto. Sono pulito da 34 anni, quando bevevo ero orribile, con le persone ero aggressivo”.

I Monkees sono stati una band studiata a tavolino dalla rete televisiva NBC e da alcuni produttori discografici per tentare di proporre una risposta americana ai Beatles partendo da una serie tv su una band, i Monkees appunto. La più celebre canzone della band è “I’m a Believer”, scritta da Neil Diamond; i più giovani la conoscono soprattutto per il film di animazione Shrek ma in Italia divenne popolare nella versione cantata da Caterina Caselli, “Sono bugiarda”.

Fonte: Washington Post