Post Malone, il rapper 22enne che ha battuto un record che apparteneva ai Beatles

di redazione Blitz
Pubblicato il 11 maggio 2018 7:51 | Ultimo aggiornamento: 11 maggio 2018 1:08
Post Malone, rapper 22enne

Post Malone, il rapper 22enne che ha battuto un record che apparteneva ai Beatles

ROMA – Avete mai sentito parlare di Post Malone? In Italia, questo rapper 22enne è poco conosciuto. Lo stesso però [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui, Ladyblitz – Apps on Google Play] non si può dire degli Usa dove Austin Richard Post, alias Post Malone, che ha da poco pubblicato il suo secondo disco, “Beerbongs and Bentleys”, ha piazzato ben nove canzoni nella top 20 in sole due settimane.

Il precedente record apparteneva ai Beatles e risale al 1964: in quell’anno, la più grande band della storia piazzò “solo” sei canzoni nella top 20 nello stesso arco di tempo.

Scrive Dagospia che ha scovato la notizia:

“Già candidato all’unanimità dai critici disco dell’anno, “Beerbongs and Bentleys” in due settimane ha battuto tutti i record di vendita. Persino uno che si manteneva da ben 54 anni, e che apparteneva – nientepopodimeno – ai Beatles. Dopo aver raggiunto la cima delle classifiche di singoli e album sia fisici che in streaming, Post Malone è infatti riuscito ad avere nove sue canzoni nella top 20 nello stesso momento. Il record precedente di più canzoni in simultanea nella top 20 apparteneva appunto ai Fab Four, con sei singoli”.

“Il record, raggiunto dai Beatles nell’aprile del 1964, è stato insidiato solo una volta da J. Cole la scorsa settimana. Distruggere un primato della più grande band della storia della musica è significativo, visto e considerato che si tratta di un 22enne. Post Malone ora punta a rompere anche un altro record, quello del numero di canzoni in simultanea nella Hot 100: al momento ne ha 18 – tutte quelle di “Beerbongs and Bentleys” – 6 in meno di Drake, che nel 2016 ne aveva 24”.