Priscilla Presley rompe il silenzio dopo il suicidio del nipote di Elvis

di Caterina Galloni
Pubblicato il 26 Luglio 2020 6:55 | Ultimo aggiornamento: 25 Luglio 2020 16:07
Priscilla Prestley rompe il silenzio dopo il suicidio del nipote di Elvis

Priscilla Prestley rompe il silenzio dopo il suicidio del nipote di Elvis (Nella foto Ben Keough con la madre Lisa Marie Prestley)

Priscilla Presley ha rotto il silenzio dopo la tragica morte del nipote Benjamin Keough, morto suicida a 27 anni.

Priscilla, 75 anni, sposata con Elvis Presley dal 1967 al 1973, sul profilo Facebook ha scritto: “Lo shock per aver perso Ben è stato devastante. Ho cercato disperatamente di capire i perché” del gesto del nipote.

“Al risveglio, ogni mattina prego che le cose vadano meglio. Poi, penso a mia figlia e al dolore che sta provando”.

“Danny, il padre di Ben, è totalmente perso. Era il suo unico figlio”.

“Riposa in pace Ben, eri amato”, la frase conclusiva del post.  

Il manager di Lisa Marie, la madre di Ben, aveva precedentemente affermato: “Lisa ha il cuore spezzato, è inconsolabile e devastata ma cerca di essere forte per i gemelli di 11 anni e la figlia maggiore Riley. Adorava quel ragazzo. Era l’amore della sua vita”.

Benjamin era nato dal matrimonio di Lisa Marie, unica figlia della superstar Elvis, col musicista Danny Keough.

Lisa Marie in precedenza aveva parlato della somiglianza tra Benjamin ed Elvis, definendola “strana”.

Benjamin si è suicidato con un colpo di arma da fuoco in bocca, durante la festa di compleanno della fidanzata Diana Pinto e del cognato Ben Smith-Petersen, stuntman australiano marito della sorella del giovane, la cantante pop Riley Keough. (Fonte: Daily Mail