Radiohead, hacker rubano 18 ore di inediti. La band li divulga e regala il ricavato agli ambientalisti

di Daniela Lauria
Pubblicato il 12 giugno 2019 10:08 | Ultimo aggiornamento: 12 giugno 2019 10:08
Radiohead, hacker rubano 18 ore di inediti. La band li divulga e regala il ricavato agli ambientalisti

Radiohead, hacker rubano 18 ore di inediti. La band li divulga e regala il ricavato agli ambientalisti

ROMA – “Dateci i soldi o pubblichiamo tutti i vostri inediti”. Così gli hacker hanno provato a ricattare i Radiohead, rimasti vittima di un furto di brani prodotti durante le registrazioni dell’album del 1997, Ok Computer, considerato il loro capolavoro. Il prezzo della tentata estorsione: 150 mila dollari. Ma la band ha trovato un modo ancor più astuto per cavarsi dall’impiccio. 

L’idea è venuta al chitarrista Jonny Greenwood: con un post sui social ha annunciato che tutto il materiale trafugato è stato messo a disposizione sulla piattaforma Bandcamp. Si tratta di 18 ore di inediti al prezzo di 18 sterline, resteranno online per soli 18 giorni. Tutto il ricavato sarà poi devoluto a favore degli attivisti di Extinction Rebellion che lottano contro i cambiamenti climatici. Un movimento che negli ultimi mesi si è fatto notare a Londra per le sue azioni radicali, come bloccare ponti, incollarsi alle vetrate della Camera dei Comuni, o bloccare buona parte del centro. Il leader della band Thom Yorke ha da tempo espresso sostegno per le loro iniziative.

Insomma una bella trovata per gabbare gli hacker. Anche se, avvisa Jonny Greenwood, si tratta di materiale “solo tangenzialmente interessante. E molto, molto lungo”. Dal canto loro i leader di Extinction Rebellion si sono detti onorati.

5 x 1000

Qui il link per chi volesse approfittarne: https://radiohead.bandcamp.com/album/minidiscs-hacked

(Fonte: Agi)