Riccardo Cioni è morto, era stato ricoverato per Covid. E’ stato il più grande dj toscano

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 7 Gennaio 2021 12:59 | Ultimo aggiornamento: 7 Gennaio 2021 12:59
Riccardo Cioni è morto, era stato ricoverato per Covid. E' stato più grande dj toscano

Riccardo Cioni è morto, era stato ricoverato per Covid. E’ stato il più grande dj toscano (foto da Facebook)

Riccardo Cioni è morto a 66 anni. E’ stato il dj toscano più famoso. Era stato dimesso dopo un ricovero in ospedale a causa del Covid

Come scritto dal iltirreno.gelocal.it, sembrava stare meglio ma le sue condizioni di salute sono peggiorate improvvisamente fino alla morte. 

Riccardo Cioni è morto, i momenti più brillanti della sua carriera

Come spiega Il Tirreno, Cioni era un maestro nella tecnica del mix con i dischi di vinile. Infatti non era solamente il miglior dj toscano ma anche tra i migliori d’Italia.

Cioni ha spopolato sia negli anni 70 che in quelli 80 ma ha avuto anche la capacità di diventare un abile utilizzatore di social network.

Infatti era ancora popolare e faceva tantissime serata per i locali di tutta Italia.

Riccardo Cioni è morto, il suo ultimo post su Facebook

“Ci siamo, stiamo per passare al 2021. Perciò, anche da parte mia, un grandissimo augurio di buona fine e di buon inizio.

Sperando in un anno migliore. A una vita normale. Senza però dimenticare tutto quello che è successo. Un grande abbraccio a tutti. Nessuno escluso. Auguri”.

Riccardo Cioni, il suo ringraziamento alla struttura ospedaliera dove era stato ricoverato prima di morire

“Volevo esprimere i miei più sentiti ringraziamenti ai medici, infermieri e volontari del 2° Padiglione dell’Ospedale di Livorno per l’impegno, la professionalità, la dedizione e la cortesia dimostrata in questi giorni.

Con la promessa che, quando l’emergenza Covid sarà alle spalle, organizzerò un evento per ringraziarvi personalmente.

Buon Natale e l’Augurio di Felice Anno nuovo”.