Rolling Stones: Uffici capitolini: ”un servizio di sicurezza senza precedenti”

Pubblicato il 17 Marzo 2014 16:08 | Ultimo aggiornamento: 17 Marzo 2014 16:08
Mick Jagger, leader degli Stones, soprannominato ''l'extraterrestre''.

Mick Jagger, leader degli Stones, soprannominato ”l’extraterrestre”.

ROMA – La conferenza dei servizi per il concerto dei Rolling Stones del 22 giugno si riunirà presumibilmente agli inizi di maggio, dopo la canonizzazione dei due Papi. Sul tavolo ci saranno diverse questioni, dal piano per la mobilità a quello della sicurezza. Tra gli attori ci sarà anche la soprintendenza archeologica di Roma che porterà il suo parere tecnico, che è negativo. La soprintendenza archeologica di Roma aveva dato parere negativa anche in altre circostanze analoghe, come il concerto di Lady Gaga al Circo Massimo.

Al termine della relazione su quello dei Rolling Stones (in cui si sottolineano i “rischi connessi con la protezione dei resti monumentali ivi presenti” e agli “atti vandalici e movimenti incontrollabili di persone verso i monumenti emergenti”) la soprintendenza archeologica di Roma scrive: “Ove codesta Direzione Regionale intenda esprimere parere favorevole, in ragione delle valutazioni positive espresse al Tavolo dai rappresentanti di tutti gli altri Uffici, si chiede al Comune di predisporre e inoltrare a chi scrive, per le opportune indicazioni, un piano di sicurezza straordinario che veda l’impiego massiccio di forze dell’ordine sia verso il Palatino, sia verso i resti archeologici del Circo Massimo (lato FAO), onde poter contrastare sul nascere ogni forma di azione lesiva per i luoghi archeologici, della cui protezione s’intende che il Comune si farà garante”.

Dagli uffici capitolini competenti garantiscono: “Sarà studiato un sistema di sicurezza tale da tutelare completamente i monumenti e da rispettare tutte le prescrizioni delle soprintendenze”.