Sanremo, Luca e Paolo: “Berlusconi comunista capo del Pd”

Pubblicato il 19 Febbraio 2011 0:20 | Ultimo aggiornamento: 19 Febbraio 2011 1:33

SANREMO  – Berlusconi che diventa comunista. E’ questa la ricetta per guarire i mali del Pd secondo Luca e Paolo che hanno esposto a modo loro questa tesi in un’esilarante versione di ‘Uno su mille’.

Ecco il testo:

”Se si va al voto chi ci guidera’? Ci vuole un leader altrimenti non ci votano non ce l’abbiamo adesso, ma chissà Uno tra mille ci sarà che guidi questa opposizione ci basta un prestanome Con Bersani proprio no non puoi andare alle elezioni puoi anche vincere però ti cascano i maroni A Veltroni non mi va di aumentare il suo patema l’ha pugnalato già anche D’Alema, lui usa sempre quel sistema e Prodi già lo sa E Franceschini? Io direi di no ha più mordente un comodino in legno d’acero Di Niki Vendola io non saprei c’è questa cosa che è un po’ gay e gli ex DC sono all’antica, vogliono la cara vecchia… Matteo Renzi forse si, può anche darsi che non perda però ad Arcore c’è andato e ha pestato già una merda Per guidarci sai ci serve un uomo vero e quindi..avrei pensato a Rosy Bindi ma visto come siam ridotti scongela Bertinotti Troppe correnti, serve un capo che ci tenga insieme nel partito democratico, uno che unisca le diversita’ Tra i nostri mille non ci sta, Per compattar le opposizioni, c’e solo Berlusconi! Allora diamo a lui il mandato! Dal 6 aprile è sul mercato, chissà  che per tornare in pista lui non diventi comunista”.