Taylor Swift e la anoressia: “Se vedevo delle mie foto che non mi piacevano mi riducevo alla fame”

di redazione Blitz
Pubblicato il 25 Gennaio 2020 0:36 | Ultimo aggiornamento: 25 Gennaio 2020 0:36
Taylor Swift e la anoressia: "Se vedevo delle mie foto che non mi piacevano mi riducevo alla fame"

Taylor Swift e la anoressia: “Se vedevo delle mie foto che non mi piacevano mi riducevo alla fame” (Foto Ansa)

LOS ANGELES  –  Taylor Swift è stata malata di anoressia. La pop star americana ha ammesso di aver sofferto di disturbi alimentari. “Mi riducevo alla fame quando vedevo foto di me che non mi piacevano”, ha rivelato nel documentario Taylor Swift: Miss Americana diretto da Lana Wilson e di cui è protagonista.

Il film è stato presentato in anteprima al festival cinematografico Sundance. La cantante parla dei suoi disturbi e del suo rapporto con il cibo definito dannoso e per il quale punta anche il dito contro le continue intromissioni nella sua vita da parte dei paparazzi, colpevoli dell’immagine di lei che davano in pubblico.

“E’ accaduto solo poche volte – racconta – ma non è una cosa di cui vado fiera. Una foto di me in cui mi sembrava di avere la pancia troppo grande o… qualcuno che mi diceva che sembravo incinta… e si innescava in me il desiderio di fare la fame… smettere di mangiare”.

In un’intervista a Variety la cantante ha aggiunto anche che con il suo rapporto con il cibo funzionava la stessa psicologia che applicava a tutto nella sua vita. “Se mi si dava una pacca sulla spalla – ha spiegato – la percepivo come una cosa buona, se mi si castigava la percepivo come una cosa cattiva”. Quando quindi vedeva foto di sé non particolarmente piacevoli a sua detta si innescava il meccanismo di fare la fame. (Fonte: Ansa)