Vasco Rossi si racconta: “A 59 anni voglio una vita… normale”

Pubblicato il 6 Marzo 2011 13:31 | Ultimo aggiornamento: 6 Marzo 2011 13:31

Vasco Rossi

ROMA – ”Sono trent’anni di onorata carriera, anzi, di più, ho iniziato nel 1978 e se me l’avessero detto…”. Compiuti 59 anni, Vasco Rossi, in un colloquio con La Repubblica, ripercorre la sua vita ”spericolata” e la sua carriera e racconta che adesso vive la maggior parte del tempo a Los Angeles dove si prende ”una vacanza da Vasco Rossi” e riesce ”a girare normalmente”, andare ”al supermercato”.

Insomma, una ‘vita normale’. ”Non mi sono fatto mancare niente – racconta – ma anche questo nel tempo cambia. C’è stato un periodo in cui ero in crisi di brutto perché non riuscivo più a divertirmi come una volta e non trovavo nuove motivazioni. Diciamo che il calo di energia l’ho sentito”.

E anche se ”cento volte al giorno avrei il senso di buttarmi via, di mollare, ogni volta trovo la forza di reagire, e poi se vengono fuori cose belle ben venga, ma c’è un costo, il mio cervello è sempre in equilibrio precario”. ”Non me l’aspettavo neanche io di essere ancora qui, di riuscire a fare un disco nuovo, anzi ho scritto un sacco di pezzi in più e magari qualcuno lo regalerei a parte, oltre al disco, ma quando dico queste cose mi prendono per matto, mi dicono che devo stare calmo, dormire di più”.

Negli ultimi dieci anni, comunque, ”sono maturato in modo incredibile, un po’ di cose le ho capite, ho le mie idee, anche sulla politica, che prima vedevo in maniera confusa. Magari era meglio prima”. La realtà, per il Blasco, ”è dura, squallida, non sempre giusta”, ma ”bisogna prenderla così’ ”, come ”una sfida: io dico sempre andiamo a vedere fino in fondo. Questo è quello che ci fa sentire uomini, andare avanti nonostante tutto, anche se intorno la realtà ti fa schifo”.