Vasco: “Sono un pusher di adrenalina”

Pubblicato il 7 Settembre 2011 16:02 | Ultimo aggiornamento: 7 Settembre 2011 16:16

BOLOGNA, 7 SET – ”Non accetto piu’ il ricatto morale della ‘cultura della vita’… quando parlo di vita! Io canto, decanto e spaccio la vita in ogni sua forma. Sono un pusher di adrenalina e io stesso ne faccio abuso! Voi, custodi della ‘cultura della vita’, spacciate adrenalina ai giovani nel modo peggiore… attraverso siringhe piene di paura per posti di blocco e perquisizioni! La repressione ha fallito e fa miseramente gli interessi della malavita”. Lo scrive Vasco Rossi in un post pubblicato nel primo pomeriggio del 7 settembre su Facebook.

”Chi ha una dipendenza – prosegue il Blasco – e’ un uomo che ha fatto scivolare il centro di gravita’ della propria esistenza da se stesso a una bottiglia, un ‘gratta e vinci’… una droga! La mia idea e’ tendere alla responsabilizzazione dell’uomo valorizzando la potenza della volonta’! L’individuo deve trovare in se’ la forza di equilibrare vizi, piaceri, deviazioni. Se non dovesse riuscirci potrebbe forse essere considerato un debole, un malato. Certo non un criminale. Criminale e’ la complicita’ dello stato con gli affari della malavita!. ‘Incontrera’ molti demoni sul suo cammino/Ma se non li frusta lui/Non li puo’ frustare nessuno!”.