X Factor, Asia Argento stronca Lodo Guenzi: “Mi vergogno per lui”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 novembre 2018 9:50 | Ultimo aggiornamento: 8 novembre 2018 9:51
X Factor, Asia Argento stronca Lodo Guenzi: "Mi vergogno per lui" (foto Ansa)

X Factor, Asia Argento stronca Lodo Guenzi: “Mi vergogno per lui” (foto Ansa)

ROMA – “Non sono d’accordo con le scelte musicali che fa questo nuovo giudice e mi vergogno anche un po’ per lui”. Asia Argento stronca Lodo Guenzi, il leader de “Lo Stato Sociale” che ha preso il suo posto come nella giuria di X Factor. Giuria dalla quale Asia Argento era stata estromessa per lo “scandalo Bennett”. “Il licenziamento – dice Asia Argento intervistata da Piero Chiambretti – per qualcosa che non ho fatto. Certo, è stato un accordo amichevole, ma mi hanno licenziata tramite una mail”.

Intervistata da Piero Chiambretti, Asia Argento ha poi parlato anche di Fabrizio Corona: “Prima di tutto vorrei dire che Fabrizio l’ho visto due volte, lasciatecela vivere e stiamo calmi! La nostra non è un’attrazione che deriva dal ‘fascino del male’, quanto dal caos. Fabrizio? Mi sono fatta l’idea di un uomo profondo, intelligente, che ha sofferto, con delle idee profonde e interessanti. Un po’ matto e caotico come me e poi, è troppo bello”.

“Ancora non mi fido di Fabrizio – aggiunge Asia – ma non bisogna necessariamente fidarsi per provare passione o fremiti nel cuore. Anzi, a volte il non fidarsi è ancora meglio! Io non voglio cambiare nessuno e spero che nessuno provi a cambiare me: se cambierò, è solo perché lo deciderò io”.

“Come mi ha conquistata? Fabrizio credo che si adatti un po’ in base ad ogni donna: con me lo fa parlandomi, raccontandomi la sua storia e condividendo le esperienze. Io ero molto legata a suo padre, Vittorio Corona, quindi avevo un occhio di riguardo per lui e conoscevo le sue origini nobili. Con il padre avevo un bellissimo rapporto, eravamo veramente amici: non mi aveva mai presentato Fabrizio, ma un altro figlio. Quando vedo Fabrizio, sento che suo padre aleggia intorno a lui”.