Stipendio medio italiano è…Se 29.176 euro vi sembran falsi

di Alessandro Camilli
Pubblicato il 6 dicembre 2016 15:06 | Ultimo aggiornamento: 6 dicembre 2016 15:06
Stipendio medio italiano è...Se 29.176 euro vi sembran falsi

Stipendio medio italiano è…Se 29.176 euro vi sembran falsi

ROMA – Stipendio medio italiano è 29.176 euro l’anno. Stipendio medio dei lavoratori privati, i pubblici non sono nel conteggio ma stanno da quelle parti, anzi qualcosa in più ma non diciamolo forte altrimenti si offendono e si indignano. Un po’, circa mille euro, sotto i trentamila all’anno: lo dicono ricerche, centri studi, elaborazione dati…

Fa più o meno, sempre in media, 2.500 lordi al mese. Anzi un po’ meno perché va calcolata la tredicesima. Ma andrebbero aggiunti straordinari se ci sono, gratifiche se ci sono, forme di welfare aziendale che sempre più spesso ci sono. Facciamo 2.500 al mese togliendo e aggiungendo e siamo alla cifra corretta.

Con duemila al mese (tolte dai 2.500 lordi le tasse) non si fa la pacchia e neanche si campa allegri. Però non si fa la fame e neanche la miseria. Voi direte che dipende da dove uno vive. E infatti i 29.176 sono una media. A Milano sono 34.400, a Roma 30.685, a Lecce 23.001…

In Lombardia stipendio medio 31.542, Emilia 30.240, Lazio 29.878, Veneto 29.262, Campania 27.165, Sardegna 25.390, Calabria 24.211, Puglia 25.120…Più o meno il salario, lo stipendio medio segue la traccia del costo della vita e segna la traccia delle difficoltà economiche dei diversi territori del paese.

Ma la domanda è altra, la domanda che nasce diritta dal voto del 4 dicembre. Se il salario, lo stipendio medio è di 2.500 lordi (2.000 netti) a milioni e milioni e milioni di elettori questi euro devono sembrare falsi, non veri. L’entità del rifiuto, del rigetto, dell’accusa e dell’astio, dell’avversione se non del vero e proprio odio verso il sistema (governo, istituzioni, premier)  contenuto ed espresso nel voto referendario molto male si concilia con una condizione di reddito da lavoro modesta ma non certo povera.

Allora sono falsi i numeri dello stipendio medio del lavoratore privato italiano o è falsata, alterata la percezione della pubblica opinione riguardo a quanto le spetta e quanto ottiene in termini di reddito? Una delle due entità è di certo fuori scala, esagerata, esasperata. O la cifra delle stipendio medio o la cifra della cosiddetta rabbia sociale.

Ultimo ma non ultimo: lo stipendio medio tra il 2015 è salito di un nulla ma salito: circa 500 euro l’anno in più (era l’anno scorso di 28.653). Salito, cresciuto lo stipendio in contemporanea con la salita e crescita dello scontento sociale. Per decenni la regola è stata il contrario: lo scontento calava al crescere del reddito e montava al calar del reddito. Ora non più e quel che succede oggi non è che sia molte volte successo nella storia.