Ambientalisti più Tar leva Pnrr di torno: a Bari ad esempio…

Bari, nodo ferroviario da fare e rifare con soldi e progetto Pnrr. Ma c'è da tutelare un parco che no c'è, quindi ricorso ambientalisti al Tar che blocca. Tanti auguri Pnrr, mica solo a Bari.

di Alessandro Camilli
Pubblicato il 4 Luglio 2022 - 09:01
Ambientalisti più Tar leva Pnrr di torno: a Bari ad esempio...

Ambientalisti più Tar leva Pnrr di torno: a Bari ad esempio… FOTO ANSA

Bari, nodo ferroviario da fare e rifare. Ci sarebbero i soldi del Pnrr, ci sarebbe anche il progetto dettagliato. Sarebbe anche ora. Ma no, partire col cantiere proprio no. Occorrerà aspettare almeno altri sei mesi. Sei mesi che non ci metteranno molta fatica e impegno a diventare 12 o 18 e comunque mai mettere limiti all’infinita ars dilatoria. Aspettare per il nodo ferroviario, forse all’infinito. Perché ci sarebbe nella stessa area da tutelare anche un parco, parco che però ancora o c’è. Ma va comunque tutelato, c’ è scritto nelle carte. E quindi ambientalista chiama, Tar risponde. Il nodo ferroviario può aspettare, in coda. Tanti auguri Pnrr, ne avrai bisogno: inimmaginabile e irriducibile burocrazia, più inadeguatezza progettuale nella Pubblica Amministrazione, più incapacità operativa, più mano morta politica più ambientalismo talebano, più idolatria del No, più Tar…