Conte, Renzi, Salvini cosa li accomuna? È la sindrome da Narciso

di Antonio Buttazzo
Pubblicato il 2 Maggio 2020 6:22 | Ultimo aggiornamento: 1 Maggio 2020 21:26
matteo renzi foto ansa

Conte, Renzi, Salvini cosa li accomuna? È la sindrome do Narciso (foto Ansa)

Se c’è una cifra comune a tutti i leader di questa nostra sciagurata stagione politica è il loro narcisismo. Nessuno di loro ne è immune.

Se fosse solo un atteggiamento tendente ad esaurire la loro personalità nella esclusiva esaltazione di sé, e tutto ciò si svolgesse in un ambito personale, in fondo sarebbe poco male.

Farebbero la gioia del loro psicanalista (e nei casi piu gravi del loro psichiatra ) e la cosa finirebbe lì. Un solipsismo inutile e sterile ma che in fondo danneggia solo loro e chi gli sta molto vicino.

Però il problema è che costoro rivestono cariche e responsabilità pubbliche. Prendiamo il caso dell’ultimo arrivato, l’avvocato del popolo. Da qualche giorno parla di sé solo in terza persona.

“Consente” l’esercizio di diritti e regola l’adempimento dei doveri con la magnanimità del Sovrano. Sembra non percepisca esattamente il suo ruolo. Meno ancora i limiti costituzionali del suo mandato.

Non che i suoi competitors siano da meno. il Senatore di Rignano ad esempio.

Uno che pare stare sempre col naso per aria ad annusare il vento che tira. Per poi rovinare rumorosamente nell’agone politico, per lo più a gamba tesa. Si tratti di citare Seneca in latino o i morti di Bergamo e Brescia in un dibattito parlamentare, per lui è lo stesso.

L’importante è soddisfare il proprio ego per prendersi qualche articolo di giornale attraverso minacce che lui per primo sa essere vane, come quelle di ritirare la fiducia al Governo.

Una scelta che sortirebbe il solo effetto di mandarlo a mietere il grano per i prossimi 30 anni. Per non dire di quello che conclude la sua consueta sfilata di travestimenti con gli occhialini da virologo che inforca da qualche giorno.

Su di lui si potrebbero scrivere trattati di narcisismo patologico. Barricato in Parlamento da tre giorni, con mascherina nera d’ordinanza, ammorba i suoi followers con defatiganti dirette con cui minaccia sfracelli se non ascoltano le sue ricette salva Italia.

Che poi sono sempre le stesse, chiudere i porti e regalare soldi agli italiani. Sono talmente Narcisi che stramaledicono il Covid19 già di prima mattina. Ma solo perché gli ruba le prime pagine dei quotidiani e l’apertura dei telegiornali.