Mangia e scappa: cena a due pretesto per non pagare il super-conto. In California rischia 16 anni

di Antonio Buttazzo
Pubblicato il 14 settembre 2018 14:11 | Ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2018 15:22
Mangia e scappa: cena a due pretesto per non pagare il super-conto. In California rischia 16 anni

Mangia e scappa: cena a due pretesto per non pagare il super-conto. In California rischia 16 anni

ROMA – Più dell’intenzione, cenare a scrocco in ristoranti di lusso, offende il metodo: portare a cena fuori una signora scovata in un sito di cuori solitari e lasciare a lei il super-conto. Professionista seriale del mangia e scappa, aggravato dal crudele trucchetto, Paul Guadalupe Gonzalez aveva il vizio di contattare donne con secondi fini, dovremmo dire terzi fini: l’invito a cena, sempre in un ristorante stellato a Pasadena, California, era solo un pretesto per mangiare cibi di gran pregio e bere vini millesimati.

La tecnica era sperimentata, del resto ha ingannato 12 donne e altrettanti ristoratori: prima il contatto su un qualche sito di appuntamenti e l’invito, poi a cena si strafogava di ostriche, sushi, aragoste, champagne, quindi, una volta satollo e soddisfatto, la scusa più banale, devo fare una telefonata, scusami un attimo. E spariva. Immaginate l’imbarazzo delle povere sedotte, abbandonate e costrette a pagare per salvare la faccia o non essere considerate complici.

Un paio di ristoratori hanno avuto l’eleganza di soprassedere e salvare le ragazze. Ma intanto Guadalupe continuava a macinare cene ed evitare conti. Ora però se la vede brutta, perché la giustizia americana è severa. Severissima. “Ha sistemato le cose in modo che un’altra persona fosse accusata del suo crimine. Una vera estorsione”, ha spiegato il procuratore di Pasadena. Aggravata dal fatto di aver incastrato persone innocenti: rischia fino a 16 anni di carcere. Da un eccesso all’altro.