Prescrizione. Quando toccherà i potenti, capiranno l’errore

di Antonio Buttazzo
Pubblicato il 4 Ottobre 2019 8:12 | Ultimo aggiornamento: 4 Ottobre 2019 8:12
Prescrizione, riforma. Quando toccherà i potenti, capiranno l'errore

Nella foto Ansa, un tribunale italiano

ROMA – Come tutte le “riforme”, anche quella sulla prescrizione, semmai verrà attuata, finirà con una controriforma. Accadrà quando gli effetti perversi della “riforma”, interesseranno i potenti, quelli che si sentono intoccabili. Politici, anzitutto. Ma anche capitani d’industria, boiardi di Stato, alti magistrati. È già successo con Tangentopoli.

Quando tutti si accorsero delle aberrazioni che comportava l’uso disinvolto della custodia cautelare o quello distorto delle chiamate in correità, per tacer d’altro. Ed accadde perché erano “eccellenti” gli imputati in quei giudizi milanesi che abbiamo poi scoperto essere stati per nulla garantisti.

E fu allora che si mise mano alla riforma dell’art. 111 della Costituzione, detta del “giusto processo”, implicitamente asserendo che quello precedente non lo fosse affatto. In realtà accadeva anche prima che, incappando nelle maglie della giustizia, si venisse incarcerati in attesa di una confessione. Accadeva nel corso di un processo di “irragionevole durata”. E si era condannati in base a prove che non si erano formate davanti ad un giudice terzo.

Storture cui si è inteso dare riparo (non so invero con quali risultati) introducendo i principi contenuti nella nuova formulazione dell’art. 111 Cost. Solo che fino al 1999 non se ne era accorto nessuno. O poco interessava, dato che sub iudice erano poveri disgraziati.

Era accaduto anche con Enzo Tortora, quando ci si rese conto dell’abnormita’ dei cosiddetti maxi processi. Anche in quel caso fu l’eccellenza di quell’infame arresto ad imporre una riflessione nell’opinione pubblica. Quindi non resta che attendere il solito piagnisteo del politico, quando lamenterà l’ingiustizia di un sistema che per effetto della “riforma” della prescrizione, lo terrà impiccato al suo processo sine die. Allora e solo allora, i tempi saranno maturi per la controriforma.