Brexit, elezioni il 12 dicembre. La cronomappa di Giampaolo Scacchi

di Giampaolo Scacchi
Pubblicato il 30 Ottobre 2019 12:20 | Ultimo aggiornamento: 30 Ottobre 2019 12:20
Brexit, elezioni il 12 dicembre. La cronomappa di Giampaolo Scacchi

Brexit, elezioni il 12 dicembre. La cronomappa di Giampaolo Scacchi (foto Ansa)

Elezioni anticipate in Gran Bretagna in vista della Brexit. L’ultima parola spetta alla Camera dei Lord, i Pari del Regno. Nel processo legislativo hanno lo stesso potere di interdizione del nostro Senato.

La tabella di marcia. 
Ecco la mappa di Giampaolo Scacchi.
La Gran Bretagna tornerà alle urne il 12 dicembre. I parlamentari britannici hanno appoggiato la richiesta del primo ministro Boris Johnson mirata a porre fine allo stallo della Brexit. Il via libera alle elezioni generali è stato approvato in terza lettura da 438 parlamentari, soltanto 20 hanno votato contro.

Il Parlamento britannico ha bocciato la mozione presentata dai laburisti, LibDem e nazionalisti scozzesi per anticipare al 9 dicembre la data del voto. Solo 295 deputati hanno votato per l’emendamento del leader laburista Jeremy Corbyn, 315 hanno votato contro.

Cosa accadrà ora in Parlamento?
Prima che diventi leggi, la Camera dei Lord dovrà dare il via libera così da portare a termine l’iter parlamentare e ottenere il Royal Assent, previsto per giovedì 31 ottobre, la firma della regina Elisabetta II. I parlamentari discuteranno inoltre di un disegno di legge per continuare a finanziare i servizi pubblici dell’Irlanda del Nord e dei risultati del rapporto sull’incendio di Grenfell.

Quando verrà sciolto il Parlamento?
Mercoledì 6 dicembre a mezzanotte e un minuto: segnerà l’avvio di un’intensa campagna elettorale, definita “breve” ma d’ora in poi qualsiasi cosa affermeranno i principali partiti, avranno in mente solo le elezioni.