Casaleggio Davide e i gonfiatori di palloncini: le buone azioni non restino impunite

di Carlo Luna
Pubblicato il 23 aprile 2018 12:57 | Ultimo aggiornamento: 23 aprile 2018 12:57
Casaleggio Davide e i gonfiatori di palloncini: le buone azioni non restino impunite

Casaleggio Davide e i gonfiatori di palloncini: le buone azioni non restino impunite

Confesso. Ho sempre avuto un’antipatia istintiva per i Grillini. Ma forse non è giusto e  magari si tratta di un mio bieco pregiudizio. Per correttezza, mi sono detto, andiamo a leggere quello che scrivono, così sapremo chi sono e cosa fanno. Sono stato fortunato e sul “Blog delle stelle” ho trovato  addirittura il sensazionale pensiero di Davide Casaleggio, figlio del fondatore del Movimento. E’ stata una scioccante rivelazione.

Il nostro anzitutto ci confida: “Adoro i gonfiatori di palloncini”. Nessuno glielo impedisce, c’è anche chi è allergico al fieno o alla marmellata…. Per contrastare ogni critica Casaleggio tuttavia illustra con estrema chiarezza: ”I gonfiatori di palloncini sono spesso invisibili ma sono le nostre fondamenta” e donare un palloncino “è alla base della nostra comunità”. E c’è ancora chi ingenuamente ritiene che il fondamento della convivenza sia la Costituzione repubblicana. Meno male che Grillo c’è e la sua musa è il buon Davide.

Non finisce qui. Veniamo a sapere dal giovane Casaleggio che “Il gonfiatore di palloncini dona tutto il suo fiato al presente” e “sopravvive di quello che riceve, ma vive dei palloncini che dona”. Estremamente chiaro. Come ho fatto a non pensarci? Ci aiuta a capire il passaggio successivo: “Il gonfiatore di palloncini quando combatte per cambiare una regola non lo fa mai per se stesso” e “ quando dà l’esempio, non lo fa per gli altri ma per se stesso”. La conclusione è drammatica: ”Chi allontana un gonfiatore di palloncini fa male alla nostra comunità”.  E’ da presumere che i 5 stelle, una volta arrivati al Governo, proporranno di istituire  il reato di “leso gonfiatore”.

Esemplare la conclusione: ”Le buone azioni non possono rimanere impunite, scoviamo i gonfiatori di palloncini”! Con quest’altisonante e scombinata parola d’ordine si chiude l’esternazione casaleggiana. Mi sembra più che giusto e opportuno affidare il governo del nostro Paese a questo furbastro spacciatore di  palloncini. Come dice il titolo “Siamo in buone mani”.