Da Grillo a Villaggio: il contratto Potemkin

di Carlo Luna
Pubblicato il 23 maggio 2018 13:06 | Ultimo aggiornamento: 23 maggio 2018 13:06
Da Grillo a Villaggio: il contratto Potemkin

Da Grillo a Villaggio: il contratto Potemkin (Nella foto Villaggio-Fantozzi quando pronuncia la famosa frase)

ROMA – L’ultima in ordine di tempo è un candidato premier a “curriculum gonfiabile”. Protagonista il professor Conte, sponsorizzato da Di Maio e Salvini, che in questo modo ci ha garantito ironia e dileggio in Italia e all’estero. Complimenti! [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Ancora una volta si è distinto il Fatto Quotidiano, con Travaglio che si dimostra molto comprensivo verso il professore pugliese e subito dopo, per bilanciare, rimprovera Napolitano per aver nominato “ministri imbarazzanti come la copiona Madia e la falsa laureata Fedeli”.

C’è stata una notevole differenza di trattamento. A Madia e Fedeli il quotidiano forcaiolo ha dedicato una vera e propria campagna di stampa durata settimane. Con il professore è andato con i guanti. Fabrizio D’Esposito parla “di peccatucci” e lo definisce “vanitoso ma non scorretto”. Padellaro ha qualche dubbio ma alla fine lo sostiene. Resta la domanda fondamentale su Conte. Ammesso e non concesso che riceva l’incarico, farà da badante o da portavoce?

L’articolo 95 delle Costituzione non prevede queste funzioni ma questo, come dice Di Maio, sarà il governo del “cambiamento”. Se in male o in peggio giudicate voi. Ci sono elementi ancor più preoccupanti dello sterminato (18 pagine) curriculum di Conte. Soprattutto le colossali magagne e smagliature del famoso Contratto di governo. Tutti i media ne hanno parlato diffusamente. Ne aggiungo uno scoperto dall’AGI. Quando si parla di riforme istituzionali, ci sono queste parole: ”E’ opportuno introdurre il principio della cittadinanza digitale, prevedendo l’accesso gratuito alla rete Internet per ogni cittadino”.

Ma i due contraenti hanno per caso calcolato quanto verrebbe a costare una misura del genere? L’AGI ricorda che solo i 1000 abitanti dell’isoletta di Nuie, nell’Oceano Pacifico, hanno beneficiato in passato di questo servizio che è stato poi abbandonato. Realizzarlo per 60 milioni di italiani costerebbe una cifra pazzesca.

Questa è l’ennesima perla contenuta nel Contratto giallo verde. Poiché è opera dei seguaci di un comico, Beppe Grillo, si può commentare con una famosa performance di un altro comico, Paolo Villaggio, che nelle vesti del ragionier Ugo Fantozzi reagì con la famosa frase “Per me la corazzata Potemkin è una cagata pazzesca”. Il Contratto di Governo non è da meno.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other