Mattarella è il vero avvocato del popolo italiano, difende la Costituzione, per Casaleggio è una colpa

di Carlo Luna
Pubblicato il 24 maggio 2018 15:24 | Ultimo aggiornamento: 24 maggio 2018 15:24
Mattarella è il vero avvocato del popolo italiano, difende la Costituzione, per Casaleggio è una colpa

Mattarella è il vero avvocato del popolo italiano, difende la Costituzione, per Casaleggio è una colpa

Mattarella è il vero avvocato del popolo italiano, difende la Costituzione. Questo, per Casaleggio e Salvini, forse è una colpa. Giuseppe Conte  si è presentato [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] con la solenne e ardita promessa di essere l’avvocato del popolo italiano. Quando fu costituito il primo governo di centrosinistra, L’Avanti, giornale dei socialisti, titolò: “Da oggi ognuno è più libero”. Con Conte si potrà scrivere: “Da oggi ognuno è più difeso”? Temiamo proprio di no. Anzi

Forse non se n’è nemmeno accorto ma, nella sua preoccupante e ambiziosa  presunzione, il Presidente del Consiglio incaricato si trova in sintonia con Lenin. L’assunto dal quale nasce il grillismo made in Casaleggio, scimmiotta la teoria leninista: portare il popolo, cioè i buoni, al potere e impedire che i cattivi possano tornare a riprenderselo. Con qualsiasi mezzo.

Per perseguire un obiettivo del genere non è adatta la democrazia parlamentare, nella quale maggioranze e minoranze si alternano, ci vuole quella cosiddetta diretta, che si baserà su parlamentari marionette e  su frequenti referendum senza quorum, magari controllati da Casaleggio.

Conte non sarà solo in questa titanica impresa. Anche lui ha un avvocato difensore, Marco Travaglio che dedica l’articolo di fondo a insultare  coloro i quali, come chi scrive, nutrono forti perplessità sul personaggio e sono preoccupati  per la situazione politica che si è creata in Italia.

Se la prende con i media che, secondo lui, hanno pubblicato, “un misto di falsità, suggestioni, allusioni, smentite ad affermazioni mai fatte, notizie neutre spacciate per negative e notizie dubbie potenzialmente negative che solo lui può chiarire (e che farà meglio a chiarire)”.

Dunque anche Travaglio ha qualche dubbio se invita Conte a replicare a quanto pubblicato contro di lui. Allora i media hanno fatto bene a scavare nel curriculum.

Adesso attendiamo la lista dei Ministri per sapere se ci sarà un nuovo match con Mattarella. Il Capo dello Stato ha il torto, secondo grillini e leghisti, di essere il solo a difendere la Costituzione. Perché è lui il vero avvocato del popolo italiano.