Spread di democrazia alle (5) stelle col vincolo di mandato sogno di Casaleggio e Di Maio

di Carlo Luna
Pubblicato il 21 novembre 2018 14:11 | Ultimo aggiornamento: 21 novembre 2018 14:11

 

Spread di democrazia alle (5) stelle col vincolo di mandato sogno di Casaleggio (Davide: nella foto) e Di Maio

Spread di democrazia alle (5) stelle col vincolo di mandato sogno di Casaleggio e Di Maio

Spread di democrazia, ci manca solo il vincolo di mandato, è il sogno di Casaleggio e Di Maio. Trentasei “franchi tiratori” sono un bel gruzzolo e rafforzano le tentazioni autoritarie di Casaleggio e Company, contenute nel Contratto di Governo. Come sempre accade in queste circostanze, c’è uno scambio di accuse reciproche.  I Cinque stelle addossano la responsabilità dello smacco ai leghisti, che vorrebbero salvaguardare i propri indagati. Per i pasdaran di Matteo Salvini a votare contro il Governo sono stati invece i fedelissimi del presidente della Camera, Roberto Fico.

Un segnale forte di difficoltà fra i due partiti di governo che tuttavia  si  potrà superare facilmente  con il voto di fiducia per il quale è previsto lo scrutinio palese. Ma in prospettiva il pericolo è un altro.

Nelle aspirazioni di Luigi Di Maio, indotte dal guru pentastellato Davide Casaleggio fu Gianroberto, c’è una modifica della Costituzione, che all’articolo 67 sancisce che i parlamentari eletti rappresentano l’intera Nazione e non può essere loro imposto un “ vincolo di mandato”. Il Contratto di Governo propone il contrario e cioè che siano inserite “forme di vincolo di mandato”, così com’è previsto in Spagna e in Portogallo.

In Italia se un senatore o un deputato della maggioranza votano contro il Governo, possono esser espulsi dal loro partito ma rimangono in carica come parlamentari. Il vincolo che sogna Casaleggio prevede invece l’espulsione dal Parlamento con conseguente perdita dell’indennità. Un deterrente non da poco. Se fosse approvata una sciagurata riforma di questo tipo, dovrebbero essere anche  eliminate le votazioni a scrutinio segreto.

Per fortuna siamo almeno per ora ancora lontani da una soluzione di questo genere, che sancirebbe l’inutilità di un Parlamento a esclusivo e prono  servizio del Governo. Ma non bisogna abbassare la guardia. I 5 Stelle insieme con i leghisti hanno provocato l’impennata dello spread. Casaleggio e Di Maio possono provocare un innalzamento dello spread della democrazia, che sarebbe ancora più funesto.