Cesare Lanza. Morti talk show? Lunga vita ai talk show terzo ramo del parlamento

di Cesare Lanza
Pubblicato il 2 ottobre 2014 7:45 | Ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 0:55
Cesare Lanza. Morti talk show? Lunga vita ai talk show terzo ramo del parlamento

Cesare Lanza. Morti talk show? Lunga vita ai talk show terzo ramo del parlamento

ROMA –  I giornali sono pieni di miserere, di fronte agli ascolti frananti e franati dei programmi incentrati sul dibattito politico. Penso tuttavia che questo tipo di talk mantenga una valenza.

Prendiamo come riferimento Urbano Cairo, che non ha esitato a dare a La7 questa identità, da mane a sera. Il talk politico costa poco, chi partecipa lo fa gratis, qualsiasi politicuzzo non chiede il rimborso spese per viaggi, pane e companatico. E questa è già una buona base. Poi, il talk politico permette una vera o finta centralità ad ogni emittente: è una passerella, una messa in scena di quelli che sgovernano, e dovrebbero invece governare, noi malcapitati italianuzzi.

Nel caso di Cairo, la centralità è totale, assoluta: si parla solo di politica, a La7. Andando avanti così, dopo l’abolizione del Senato, ci sarà un nuovo ramo parlamentare, oltre a “Porta a Porta” di Bruno Vespa. La7, nel suo complesso. A dispetto degli ascolti calanti o, rispetto a Vespa, meno confortanti.