Coronavirus, Salvini e Renzi sono già in Fase 3, ma la verità si saprà quando saremo morti

di Antonio Del Giudice
Pubblicato il 2 Maggio 2020 12:52 | Ultimo aggiornamento: 2 Maggio 2020 12:52
Coronavirus, Salvini e Renzi sono già in Fase 3, ma la verità si saprà quando saremo morti

Coronavirus, Salvini e Renzi sono già in Fase 3, ma la verità si saprà quando saremo morti (foto ANSA)

Coronavirus. La cosiddetta Fase 2 appare come una Babele di lingue diverse, dove i muti parlano e i sordi sentono quel che vogliono sentire.

Il processo semiserio al premier Conte uomo solo al comando, è appunto semiserio.

Un po’ fa sorridere, un po’ fa malinconia.

Vedo piuttosto una marea di uomini e donne soli al comando, che si agitano come mosche contro il vetro della finestra.

Governatori in ordine sparso che emettono ordinanze di aperture parziali o semiparziali. Sindaci in ordine sparso obbediscono oppure stracciano le ordinanze di governatori.

Altri sindaci, a loro volta, emettono decreti per stringere o allargare i limiti delle ordinanze regionali.

Le Regioni del sud scoprono di avere confini e decidono di chiudere agli invasori del nord che sono pericolosi untori. 

Le Regioni di Nord-est decidono che il Virus è quasi morto; quelle di Nord-ovest devono constatare che il Virus è vivo più che mai.

La cosiddetta Fase 2 è una allegra Via Crucis, se può essere allegra una Via Crucis. 

E poi, ‘sto governo regge o no? Renzi è in grado di farlo cadere? O Berlusconi decide di tenerlo in piedi? Si nota di più chi sostiene o chi minaccia?

Se, andreottianamente, a pensare male si fa peccato ma ci si azzecca, ho come l’impressione che la quinta del Coronavirus copra male le intenzioni dei teatranti. 

Il pensar male dice che gli uomini della politica badino di più alla propria Fase 3 che alla Fase 2 del Paese.

E allora, chi si batte all’ultimo sangue per i ragionieri, chi per i commercianti, chi per i parrucchieri, chi per i balneatori, chi per i pescatori e chi per macellai.

Tanto i morti calano, ormai siamo a cifre sopportabili, come se i morti si possano pesare a mucchi, purché nel mucchio non ci siamo noi e i nostri cari.

E se ordinanze e contrordinanze indebolissero il contrasto alla Bestia? E se la Bestia ritornasse più forte e più assassina che prima?

Chi potrà venire a capo del caso ordinanze contro decreti e viceversa? Chi pagherà per questa campagna elettorale di morte?

Niente paura. Si farà una commissione di indagine che in tempi secolari scoprirà responsabili e mandanti.

Quando i quintali di faldoni saranno pronti per le giuste punizioni ai colpevoli, saremo tutti morti. Colpevoli o innocenti farà lo stesso.