Fascisti l’albero, No Green Pass e No Vax la foresta. Non è marcia su Roma, è Capitol Hill

di Lucio Fero
Pubblicato il 12 Ottobre 2021 9:50 | Ultimo aggiornamento: 12 Ottobre 2021 9:50
Fascisti l'albero, No Green Pass e No Vax la foresta. Non è marcia su Roma, è Capitol Hill

Fascisti l’albero, No Green Pass e No Vax la foresta. Non è marcia su Roma, è Capitol Hill FOTO ANSA

Attacco, violenza ed eversione sono della gente No Green Pass-No Vax. E’ qui il movimento eversivo che si organizza, fa propaganda violenta, punta a rovesciare istituzioni e leggi che non riconosce. I fascisti fanno…i fascisti. Si aggregano, vanno dietro, tentano di prendere la prima fila. Ma non sono loro la folla, non sono loro la massa, non sono i fascisti la sostanza e, a guardar bene, neanche l’immagine vera della rivolta contro lo Stato e la salute pubblica.

Purtroppo l’intero sistema istituzional-politico e della comunicazione fatica a prendere atto che c’è un “popolo” che c’è della gente anima e corpo della violenza e dell’eversione. Decenni di pedagogia sociale all’insegna de la gente ha sempre ragione-la gente non può sbagliare portano a questa incapacità di vedere. O meglio, incapacità di ammettere l’esistenza di ciò che è tanto inconcepibile quanto reale, e cioè di un “popolo” reazionario e violento, nemico della convivenza civile quanto della scienza, in guerra con lo Stato quanto con la salute pubblica. Vedere solo i fascisti, che pur nel piatto ricco di quel popolo si ficcano, è vedere l’albero senza vedere la foresta.

Effetti del veder sbagliato

L’albero fascista e non la foresta della gente No Pass-No Vax e forse anche vedere il dito e non la luna, come accade a chi difetta non solo di prospettiva ma anche di volontà e predisposizione a veder corretto. Forza Nuova, CasaPound e gli altri nomi e sigle del fascismo dichiarato non hanno e non sono i numeri della rivolta anti vaccino e anti attestato di non contagiosità. A rivendicare con violenza e assoluta certezza la libertà di contagiare in nome della inviolabilità del proprio io è gente, gente comune. Sono infermieri e portantini delle Asl, bidelli delle scuole, conducenti di bus, piccoli commercianti, intellettuali gauchisti, impiegati pubblici, lavoratori del porto di Trieste…E’ gente, è quel che esagerando si chiama “popolo” ma non sono certo le centinaia o le migliaia di fascisti organizzati che ci sono in Italia. E che c’erano anche prima

. Quel che prima non c’era era l’aggrumarsi e il comporsi di un movimento minoritario ma di massa che unisce in un solo crogiolo i No Vax del complottismo del Grande Reset, i No Vax del vaccino uccide, i No Vax del vaccino controlla e i No Pass, cioè gli anti sistema, gli anti Stato, anti governo ogni governo che sia. E la fusione avviene al calore unificante di una ideologia: l’anti scienza e l’anti modernità. Non è, non c’è il tentativo più o meno marciante di una Marcia su Roma. Al contrario, fatte le debite proporzioni, è una voglia di Capitol Hill quel che c’è e si dovrebbe vedere.

Talebani da sciogliere, non Forza Nuova

I talebani quando hanno potuto hanno messo in atto la loro politica vaccinale: picchiare, torturare e uccidere chi vaccinava gli afghani. Vaccino era pozione diabolica, era interferire con azione divina, era atto da reprimere e punire perché incomprensibile e imperscrutabile con le categorie concettuali e le nozioni e competenze a disposizione loro e della gente comune. Da quando i vaccini sono comparsi sempre c’è stata una opposizione ai vaccini di natura e cultura talebana, talebana ante litteram ma talebana a tutto titolo.

In Europa, nella Chiesa cattolica e cristiana, nell’ebraismo ortodosso, nell’Islam e in vasti settori della pubblica opinione. Mentre i vaccini davano sostanziale aiuto a raddoppiare la durata e la qualità della vita umana c’è sempre stato un “popolo” che non solo non voleva vaccinarsi ma che avrebbe volentieri linciato o bruciato i vaccinatori. Questo popolo c’è ancora ed è quello che oggi muove i moti di piazza. Sciogliere un popolo non si può, ma si potrebbe e dovrebbe sciogliere se stessi dall’obbligo di non vedere.

Continuare a raccontare di gente buona e pacifica e ragionevole inquinata solo da fascisti opportunisti è un grave errore politico e sociale. Sciogliere Forza Nuova (che pur scioglimento meriterebbe alla luce della Costituzione) non serve a nulla, non coglie il bersaglio, illude su quale sia il problema. Il problema è che una parte minima degli otto milioni di non vaccinati per scelta cova una sorta di guerra civile, organizza e diffonde una endemica eversione e lo fa nuotando come pesce nell’acqua della gente No Pass e No Vax. Sarebbe utile e saggio, per quanto doloroso e difficile, smettere di trattarli e raccontarli e intervistarli e ascoltarli come…cittadini che sbagliano e tutta colpa dei fascisti.