Pensioni. Boeri (Inps): “4 mld da quelle d’oro”. E i 4mld “neri” della Sicilia?

di Franco Abruzzo
Pubblicato il 2 Febbraio 2015 9:38 | Ultimo aggiornamento: 2 Febbraio 2015 10:17
Pensioni. Boeri (Inps): "4 mld da quelle d'oro". E i 4mld "neri" della Sicilia?

Pensioni. Boeri (Inps): “4 mld da quelle d’oro”. E i 4mld “neri” della Sicilia?

ROMA – Pensioni. Boeri (Inps): “4 mld da quelle d’oro”. E i 4mld “neri” della Sicilia? Cambiano i ministri, cambiano i presidenti dell‘Inps, non cambia la volontà di perseguitare i pensionati, non cambia l’ossessione contro le cosiddette pensioni d’oro. Ora Tito Boeri, nominato da Renzi a capo della previdenza pubblica, da presidente dell’Inps propone l’ennesimo rimodulazione e minaccia un altro intervento per modificare i patti.

“La prima cosa da fare – dice Boeri – è quella di ‘scovare’ le ‘ingiustizie’ passando al setaccio le pensioni d’oro. Poi andiamo a introdurre un contributo massimo del 20, 30% sulla differenza tra quello che alcuni pensionati d’oro ricevono con le pensioni calcolate con il sistema retributivo e misto e quello che avrebbero ricevuto se calcolate soltanto con le norme del metodo contributivo”.

Questa operazione consentirebbe di risparmiare “più di 4 miliardi all’anno”. Ma è di queste ore la notizia che in Sicilia sono 285mila i lavoratori in nero con una evasione da 4 miliardi. Boeri pensi piuttosto a recuperare questi 4 miliardi e la smetta di criminalizzare, scimmiottando la Meloni, i pensionati che hanno costruito la loro pensione con il lavoro, versando contributi d’oro.