Governo Conte, ci sono Argentina e Venezuela nel futuro dell’Italia

di Giuseppe Turani
Pubblicato il 24 maggio 2018 15:34 | Ultimo aggiornamento: 24 maggio 2018 15:34
Governo Conte, ci sono Argentina e Venezuela nel futuro dell'Italia

Governo Conte, ci sono Argentina e Venezuela nel futuro dell’Italia

Governo Conte, ci sono Argentina e Venezuela nel futuro dell’Italia. Il governo, pericolosissimo, sta per nascere davvero e sarà guidato [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] dal professor Giuseppe Conte, uno delle migliaia di professori di cui disponiamo. Non è Ciampi, non è Prodi, non è Amato, tutti ascesi poi a incarichi più importanti, presidenza della Repubblica, presidenza Unione europea, Corte costituzionale. Conte, destreggiandosi un po’ fra titoli accademici farlocchi e stamina, ha visto  passare il treno della sua vita e c’è saltato sopra.

C’è il problema che lui sarà presidente del Consiglio, ma a comandare saranno i suoi vice, Salvini e Di Maio. Un altro avrebbe detto “no, grazie” e sarebbe tornato ai suoi studi. Ma non lui. All’uscita dall’incontro con Mattarella ha fatto un discorso che è una sintesi di quello che sarà lui: un po’ di Lega, molto Movimento, un po’ di Mattarella e infine qualche sprazzo di Conte.

Probabilmente, non ha capito che dovrà guidare il governo più pericoloso che sia mai stato inventato.

E lo si vedrà quasi subito. Infatti le prime a essere fatte saranno le riforme a costo zero: niente prescrizione per i reati, diritto di sparare, assalto alle pensioni d’oro (sono dieci mila e si risparmia quasi niente, ma fa effetto, anche se procurerà infinite grane giudiziarie), stretta sugli immigrati e sui rom, lotta alle aziende che delocalizzano all’estero. Insomma, qualcosa che starà fra la Bulgaria vecchia maniera e lo stalinismo degli anni più intensi.

La parte tosta, quella sui conti, verrà dopo, dopo aver raccolto grandi appalusi per la caccia ai negher e alle pensioni d’oro.

E qui casca l’asino. Di Maio e Salvini possono andare in televisione ogni dieci minuti a dire che loro pensano soprattutto all’Italia. Ma c’è poco da fare: basta un ragioniere, e anche meno, per capire che i loro programmi sono incompatibili con la nostra permanenza in Europa. Non c’è riforma dei trattati (impossibile da avere, peraltro) che tenga: siamo talmente fuori, che nemmeno Gesù potrà tenerci in Europa. O ce ne andiamo o ci cacciano (cosa che l’opinione pubblica tedesca comincia a chiedere con una certa insistenza).

E fuori dall’Europa non ci sarà il Paradiso terrestre, ma l’Inferno. Argentina e Venezuela sono esempi di quello che ci aspetta. Entrambi questi paesi hanno provato sia i mini Bot che le cripto valute: due disastri.

Si tratta di roba vecchia, imparata come pappagalli su Google, ma che non ha mai funzionato.