Home staging, mettere in scena la casa. Per venderla…

di Maurizio Meronzi
Pubblicato il 2 aprile 2019 6:45 | Ultimo aggiornamento: 1 aprile 2019 21:18
Home staging, mettere in scena la casa. Per venderla...

Home staging, mettere in scena la casa. Per venderla…

di Maurizio Meronzi

Quanto tempo serve per vendere una casa? A questa domanda ha risposto il Rapporto sul Mercato Immobiliare 2018 FIAIP (Federazione italiana agenti immobiliari professionali), realizzato insieme a Enea e I-Com.

Prendendo in considerazione il periodo intercorrente tra la data di incarico di vendita e la data di sottoscrizione del contratto preliminare di compravendita per gli immobili ad uso abitativo, i dati rilevati nel 2018 indicano una percentuale di tempo medio di vendita: meno di un mese 4%; da 1 a 3 mesi 15%; da 3 a 6 mesi 36%; da 6 a 9 mesi 30%; oltre 9 mesi 15%.

Questa statistica lascia poco spazio ai voli pindarici. Oltre il 65% degli immobili necessita di un tempo medio di 180 giorni (6 mesi ) per essere venduto. Molto spesso poi i proprietari sono costretti a concedere all’acquirente un forte “sconto” sul prezzo pur di addivenire alla conclusione dell’affare. Insomma cornuti e mazziati!

Con i prezzi del mattone che stentano a risalire, quali possono essere per il proprietario di un immobile gli interventi utili ad accorciare questa tempistica ed a incassare una somma di denaro maggiore? Almeno in parte, a questa domanda è possibile rispondere con l’Home Staging.

L’Home Staging, che in America da anni è una vera e propria professione, è un intervento di marketing ( si valorizza la casa in chiave vendita ) che permette di accorciare i tempi di vendita di un immobile senza dover abbassare eccessivamente la richiesta economica. Per il proprietario di un immobile un intervento di questo tipo può rappresentare un ottimo investimento.

È stato inventato negli anni ‘70 da Barb Schwarz, una agente immobiliare americana, che aveva intuito l’importanza di “allestire” la casa per fare una prima buona impressione sui potenziali acquirenti. Negli anni questa disciplina ha preso notevolmente piede ed un numero sempre maggiore di proprietari hanno compreso come un intervento migliorativo può essere determinante per vendere prima e meglio la propria abitazione.

In che cosa consiste esattamente l’Home Staging? Come disse Oscar Wilde, “Non c’è mai una seconda occasione per fare una buona prima impressione”. In pratica la casa diventa un prodotto in concorrenza con altri. Nel Mercato Immobiliare di oggi diventa fondamentale la capacità di allestire la casa per mostrarla al meglio. Per togliere quote di mercato agli immobili in vendita con caratteristiche similari e attrarre il maggior numero di potenziali acquirenti.

Gli esperti di Marketing Immobiliare hanno dimostrato infatti che una casa si vende nei primi 90 secondi, ragion per cui diventa fondamentale sfruttare questo brevissimo lasso di tempo cercando di suscitare nell’acquirente una risposta emotiva che lo spinga a sottoscrivere una Proposta di Acquisto.
Quanto costa rivolgersi ad un Home Stager?

Vendere più in fretta presenta per il proprietario un duplice vantaggio: si risparmia in tasse, bollette e spese condominiali ma soprattutto si riesce ad incassare una cifra maggiore. Alla luce di ciò, investire in una operazione di “decluttering”, che è l’intervento “base” di un Home Stager, può essere un’intelligente scelta strategica.

In pratica si effettua un’operazione di pulizia e alleggerimento di tutto il superfluo, compreso qualche mobile, un cambio di tessuti e di tende e alla fine l’Home Stager interviene con alcuni ritocchi coreografici per rendere efficace il servizio fotografico. In questo caso il costo di questo servizio è compreso tra i 1.000 e i 1.500 euro (dipende dalle dimensioni dell’immobile).                           

Per case di maggior pregio, invece, questo o questa professionista (che di solito proviene dal campo dell’architettura e dell’interior design) interviene con l’inserimento di arredi fissi che rimangono “in scena” per qualche mese, occupandosi anche di ritinteggiare, sistemare gli infissi, e così via. In questo caso il costo del servizio può arrivare a qualche migliaio di euro e comunque non supera mai l’1% del valore dell’abitazione. Soldi spesi bene!

Le fotografie realizzate dopo la valorizzazione catturano l’attenzione dei compratori moltiplicando le visualizzazioni degli annunci sul web: più contatti, più visite, più opportunità. Ma soprattutto: riduzione dei tempi di vendita, massimizzazione dell’incasso per il proprietario. Nelle mani giuste l’Home Staging diventa una miscela esplosiva che può arrivare ad una % di riuscita di oltre il 90%!!! Il consiglio è sempre lo stesso. Quello cioè di farti seguire da un Agente Immobiliare Professionista che sia in grado di accompagnarti in tutto il percorso e indicarti le soluzioni migliori.    

Per consulenze personalizzate:

Maurizio Meronzi 

e-mail: mmeronzi@gmail.com