Immobiliare; crisi, tasse, mercato, può essere ancora un affare? Sì, se…

di Maurizio Meronzi
Pubblicato il 17 Marzo 2019 8:56 | Ultimo aggiornamento: 31 Luglio 2019 9:37

di Maurizio Meronzi

Circa tre italiani su quattro abitano in una casa di proprietà, e le seconde case ammontano a quasi nove milioni tra case vacanza e immobili in affitto o sfitti.

Storicamente comprare casa ha la sua convenienza poichè il valore degli appartamenti tende ad aumentare nel corso degli anni: dal 1998 ad oggi, ad esempio, il valore delle case ha registrato un incremento nominale medio del 35%.                                                                                                                   

Il sogno borghese della proprietà (“tutti proprietari e non tutti proletari” prometteva la DC negli anni ’50) è diventato realtà per oltre l’80% degli italiani.

L’italiano medio è da sempre abituato a canalizzare i risparmi di una vita nell’acquisto di una proprietà immobiliare personale e, magari, di una seconda casa al mare o in montagna da lasciare ai figli o da mettere in affitto per arrotondare la pensione. Il mattone è sinonimo di sicurezza e di status sociale, di sacrifici al limite del sostenibile ma anche di famiglia e di ricordi che si tramandano di generazione in generazione. 

In un paese come il nostro, in cui il risparmio immobiliare privato vale il triplo del debito pubblico, che da anni deve fare i conti con una cronica situazione di economia stagnante o addirittura recessiva, dove la pressione fiscale è tra le più pesanti a livello mondiale, ha ancora senso impiegare i risparmi per acquistare una casa?

La mia risposta netta e decisa è “si”! Magari con qualche accortezza ……..

Dopo quasi un decennio di ribasso dei prezzi, acquistare una casa oggi potrebbe davvero essere un buon affare. I portali specializzati nelle offerte immobiliari sono zeppi di annunci e per l’acquirente non è per niente facile districarsi e scegliere i migliori.

Il mio consiglio è quello di farsi seguire da un agente immobiliare professionista, che sia in grado di accompagnarvi in tutto il percorso e indicarvi le soluzioni migliori.                                                           

I costi di un buon Property Finder sono gli stessi che paghereste anche facendo da soli, con la differenza di avere al vostro fianco un prezioso alleato invece che una subdola controparte.                                                                                    Un alleato che, con la sua esperienza e profonda conoscenza del Mercato Immobiliare, sappia garantirvi un acquisto sicuro, conveniente e consapevole.

Perché comprare una casa non è la stessa cosa che comprare un paio di scarpe!

Per consulenze personalizzate:

Maurizio Meronzi 

e-mail: mmeronzi@gmail.com