Italia, fine della recessione. Pil 2015 oltre l’1 per cento?

di Giuseppe Turani
Pubblicato il 14 Maggio 2015 11:48 | Ultimo aggiornamento: 14 Maggio 2015 11:48
Italia, fine della recessione. Pil 2015 oltre l'1 per cento?

Italia, fine della recessione. Pil 2015 oltre l’1 per cento?

ROMA – Giuseppe Turani ha pubblicato su Uomini & Business un articolo dal titolo “2015/Pil oltre l’1 per cento?”. L’opinione di Turani è che, se il governo Renzi dovesse continuare a fare le riforme con questi ritmi, i risultati per l’economia nazionale potrebbero essere migliori delle aspettative. BlitzQuotidiano vi propone l’articolo completo:

Più che del Job Act questo risultato molto positivo, più 0,3 per cento di crescita nel primo trimestre 2015, va messo sul conto del Qe di Draghi, della svalutazione dell’euro e del ribasso del petrolio. Però il risultato positivo, di chiunque sia il merito, c’è. E si può dire anche qualcosa di più.

Se l’economia italiana dovesse riuscire a mantenere questo ritmo di crescita per tutto l’anno alla fine il 2015 si porrebbe chiudere con una crescita superiore all’1 per cento. Un risultato straordinario e che nessuno ha previsto.

In sostanza, siamo partiti benissimo, alla faccia di quelli che hanno detto e ripetuto che la ripresa non c’era. La novità è che è molto più forte di quanto si era pensato. In particolare sembra che le tradizionali regioni industriali del Nord (Veneto, Lombardia e Emilia) abbiano tirato la volata alla grande in questo primo trimestre.

Adesso, il problema è quello di non frenare e di non rallentare. E’ del tutto evidente che un po’ di pace politica e sindacale sarebbe quanto mai opportuna. Cerchiamo di non farci male da soli.