La spazzatura di Palermo non gode di par condicio con quella di Napoli

di Giuseppe Giulietti
Pubblicato il 1 giugno 2009 18:29 | Ultimo aggiornamento: 1 giugno 2009 18:29

Nei mesi scorsi, giustamente e legittimamente le TV nazionali ci hanno mostrato tutti i colori e persino ci hanno fatto sentire tutti gli odori, della spazzatura napoletana.

Meno giustamente e meno legittimamente i cittadini di Palermo che protestano per ragioni analoghe, faticano a conquistare i titoli dei TG persino nelle edizioni notturne.

Dal momento che non vogliamo neppure pensare che possa esistere un nesso tra il colore dell’amministrazione il conflitti d’interesse e la proprietà delle tv, dobbiamo dedurne che la spazzatura di Palermo e la rabbia dei cittadini siano state considerate meno fotogeniche…….

In questi stessi giorni le autorità di garanzia faticano ad imporre il rispetto della cosiddetta”par condicio” tra le forze politiche, anzi per essere più esatti i principi ispiratori di quella norma sono stati letteralmente fatti a pezzi.

Ci auguriamo che le medesime autorità vogliano almeno riuscire nell’impresa di pretendere il rispetto della “par condicio” tra la spazzatura di Napoli e quella di Palermo.