Razza…bastarda e civiltà occidentale (a saperla cos’è)

di Lucio Fero
Pubblicato il 17 gennaio 2018 11:11 | Ultimo aggiornamento: 17 gennaio 2018 11:11
fontana-razza

Le parole di Fontana sulla razza

ROMA – Razza…bastarda. Bastarda come è l’etnia italiana (ma in questo caso etnia è concetto e fatto puramente storico culturale e men che mai genetico). Matti Feltri su La Stampa si è preso il commendevole incarico di ricordare a tutti noi di quale sangue è fatta la razza italiana: etruschi, fenici, greci, celti, cartaginesi, galli, bizantini, vandali, ostrogoti, longobardi, franchi, saraceni, normanni, svevi, berberi, albanesi, austriaci…Un sacco di sangue mischiati e fusi. E molti di quelli che hanno fabbricato la razza e il sangue italiani erano scuretti alquanto di pelle.

Se si va a guardare il dna si vede che non c’è un popolo più meticcio di quello italiano in Europa. Ed è ovvio, basta guardare la geografia. Se poi uno volesse velocemente sfogliare la storia…Vedrebbe che dall’uomo della pietra fino alla contemporaneità l’Italia è stata il luogo fisico dove genti di ogni ceppo si sono mischiate e da questo mischiarsi e di questo mischiarsi è fatta la cosiddetta razza italiana. Cosiddetta, perché razza italiana non esiste. Ed esistesse sarebbe appunto razza…meticcia, molto meticcia.

E allora di cosa stiamo parlando? La razza italiana non c’è, se ci fosse dovremmo definirla bastarda, anche il leghista Fontana che l’ha invocata ed evocata ha detto essere stato un raptus, pardon lapsus. E Salvini che di Fontana è il capo ha spiegato che “colore della pelle non c’entra”. E stuoli di giornalisti-propagandisti della Destra hanno gridato che si tratta di difendere non la razza bianca ma l’Occidente. E stuoli ancor più numerosi di giornalisti-opinionisti che si guadagnano pane e ruolo giocando a far gli imparziali pensosi hanno detto che insomma razza non si dice, ma in gioco è la civiltà occidentale.

La civiltà occidentale? A saperlo cos’è la civiltà occidentale la si potrebbe anche difendere. Ecco, la civiltà occidentale è per definizione universale e cosmopolita. Parla di valori universali dell’uomo, ha in dispetto frontiere. La civiltà occidentale è il contrario della teoria, mito e pratica della terra e del sangue. La civiltà occidentale è stata combattuta e avversata da quelli del sangue e della terra e dei confini e dei popoli.

La civiltà occidentale è illuminista e scientista. Adora i laboratori, gli scienziati, il pensiero logico-razionale. Adora i vaccini e mai e poi mai direbbe che tanti vaccini fanno male ai bambini (Salvini fresco di giornata). Quelli contro i vaccini la civiltà occidentale li chiama stregoni.

La civiltà occidentale è tollerante e laica. Per questo è minacciata e aggredita da ogni intolleranza e teocrazia. Minacciata e aggredita la civiltà occidentale sia dall’anti parlamentarismo (populismo) sia dall’islamismo.

La civiltà occidentale è il contrario esatto dell’autarco-fascismo che oggi pretende di difenderla dagli invasori. La terra, il sangue, la razza, l’autarchia, i confini, la volontà popolare in un partito solo, tutto il potere a chi ha il potere, la legge del taglione, i dazi commerciali sono il contrario della civiltà occidentale. Se lo sapessero i Salvini e i Fontana e i milioni che stanno per votarli ne resterebbero sinceramente stupiti.