Mario Draghi ai governi Ue: sprecate tempo che io guadagno senza riforme

di Giuseppe Turani
Pubblicato il 26 Maggio 2015 7:19 | Ultimo aggiornamento: 26 Maggio 2015 2:13
Mario Draghi ai governi Ue: sprecate tempo che io guadagno senza riforme

Mario Draghi

FRANCOFORTE – Questo articolo a firma di Giuseppe Turani è apparso anche sulla rivista Uomini & Business e sul Quotidiano Nazionale del 25 maggio, col titolo: “Draghi/sprecate tempo”

La Grecia non rimborserà la prossima rata del suo debito. E quindi dovrebbe essere dichiarata fallita. Certamente avrà difficoltà a contrarre nuovi prestiti. Potrebbe decidere, allora, di uscire dal sistema dell’euro e tentare la sorte altrove. Ma è anche possibile che non lo faccia. Se dovesse andarsene, il dramma sarebbe soprattutto per i greci, che andrebbero incontro a stagioni ancora più difficili di quelle vissute fin qui. L’euro potrebbe continuare la sua esistenza anche senza la Grecia, la cui economia pesa come un paio di regioni italiane.

I problemi dell’euro sono altri. E li ha ben spiegati il presidente della Bce, Mario Draghi. Ci sono ancora troppe divergenze fra i diversi paesi. Alcuni sono molto in ritardo con le riforme (anche noi?) e questo rischia di far esplodere la moneta unica. Fuori dai denti, Draghi lancia questo messaggio: con il Qe (montagne di liquidità) sto acquistando tempo perché voi vi mettiate a posto. Ma io non posso risolvere i vostri problemi, se il vostro mercato del lavoro è rigido e se la vostra pubblica amministrazione è inefficiente, io non ho strumenti per rimediare e non è nemmeno fra i miei compiti. Posso solo guadagnare tempo. Il resto dovete farlo voi. Solo che il tempo che io posso darvi in più non è infinito.

Anche perché, se voi non eliminate le vostre rigidità, quello che io faccio potrebbe anche risultare inutile. I miei interventi funzionano solo se le economie dei vari paesi del Continente sono flessibili e non troppo divergenti.

Se non vi mettete a posto, aggiunge Draghi, qui può saltare tutto. Non per colpa della Grecia, ma per colpa vostra. Insomma, le riforme vanno accelerate. Il tempo comincia a scarseggiare e io non posso fare il vostro lavoro. A casa vostra comandate voi, io posso solo avvisarvi dei pericoli in vista. Che sono molto seri.