Mattarella, il rito delle perfette e giustissime ovvietà

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Gennaio 2020 10:18 | Ultimo aggiornamento: 2 Gennaio 2020 10:18
Mattarella, Ansa

Sergio Mattarella (foto Ansa)

Mattarella, il rito del discorso di fine anno. Anzi rito delle perfette e giustissime ovvietà. Si può dire che di questo era intessuto il messaggio presidenziale: nitide e perfettamente condivisibili ovvietà? Segue rito plauso dei partiti, accompagna il tutto liturgia pomposa di radio, tv, giornali. Omaggio all’ovvio. Si può dire?