Migranti, perché ci stiamo alleando con i peggiori governi d’Europa?

di Giuseppe Turani
Pubblicato il 24 giugno 2018 5:50 | Ultimo aggiornamento: 23 giugno 2018 14:26
Migranti, perché ci stiamo alleando con i peggiori governi d'Europa?

Migranti, perché ci stiamo alleando con i peggiori governi d’Europa?

ROMA – Non so come finirà la partita europea sugli emigranti, temo male per noi, ma staremo a vedere. Per ora mi limito a osservare con un certo fastidio che anche da sinistra spesso si sollevano critiche, e anche pesanti, [ App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui, – Ladyblitz clicca qui – Cronaca Oggi, App su Google Play ] verso Macron e la signora Merkel. Ma questo si chiama solo e soltanto non saper far politica.

La Germania ha già preso più migranti di qualunque altro. Certo, è stata svelta, si è mossa per prima e ha preso i migliori, quelli più istruiti, anche se adesso sta incontrando difficoltà politiche in casa propria. Macron, oltre ai nuovi arrivi, deve gestire anche tutto il residuato di potenza ex-coloniale, che non è poco.

In questa vicenda, nessuno si è comportato bene, tranne forse noi fino a quando è andata di moda la favola “accogliamo tutti, poi che si arrangino”, giustamente interrotta da Minniti.

Ma, per tornare all’attualità, bisogna cercare di tenere un po’ ferma la barra della linea politica. Oggi in Europa l’Italia può contare su tre alleati abbastanza sicuri: Macron, Merkel e Sanchez.  Abbastanza intelligenti da capire che non tutto il problema può essere scaricato sulle nostre spalle (e infatti ci ha già procurato i populisti al governo…). Tutti gli altri sono abbastanza indifferenti: problemi italiani? Se la sbrighi l’Italia.

In modo del tutto insensato però il nostro governo sta facendo alleanza con tutti i nostri nemici: Austria, la Baviera, gli ex comunisti di Visigrad, l’Ungheria di Orban. Tutta gente che non ha mai preso un solo immigrato e che non intende prenderne.

Anzi, tutta gente che punta a chiudere le frontiere (facendo saltare Schengen) e trasformando quindi di fatto l’Italia in un immerso campo di migranti europeo: tutti qui.

Il nostro governo populista-sovranista sembra non aver capito quale è la legge che tiene in piedi governi simili al nostro, sovranisti: ognuno fa per proprio conto e gli altri che si arrangino. Sbarcano in Italia? Che se li tenga l‘Italia. Non li vogliono? Che li lascino in mare o che gli sparino. Noi, qui, sulla rive del Danubio e della Vistola non vogliamo nessuno, meno che mai dei neri.

Se non fosse una cosa tremendamente seria, verrebbe quasi da ridere: per ragioni di vicinanza politica, il nostro governo invece di allearsi con quelli disposti a ragionare, si allea con quelli che hanno già deciso che tutti i migranti che sbarcano in Italia ce li dobbiamo tenere, lasciando a noi l’onere di respingerli, con le buone o le cattive.